lunedì 8 dicembre 2008

Diamo a Ratzy quello che è di Ratzy


Ditemi se ho capito bene. Le scuole crollano in testa agli studenti ma soldi per ristrutturare gli edifici ed il personale dell'istruzione pubblica non ce ne sono. Però poi spuntano i contributi alle scuole private cattoliche e di C.L., garantiti come sempre in Finanziaria. Insomma, mentre ci aspetta una delle crisi economiche più pesanti della storia, noi ci permettiamo di finanziare istituti privati che fanno capo ad uno stato estero. Senza dimenticare che questo stesso stato estero beneficia della quasi totalità dell' 8 per mille delle nostre tasse e che è totalmente esentato da pagare l'Ici, anche per gli immobili di lusso e che non hanno fini sociali. Strano, pensavo che l'Italia avesse grandi difficoltà finanziarie ma evidentemente sta meglio del Bahrein. Beati noi!

P.S. ARTICOLO 33 DELLA COSTITUZIONE: Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.

16 commenti:

the postman ha detto...

Yes!

Alan ha detto...

Siamo in italia! W l'italia!!!

bennyraft ha detto...

E aggiungerei.. Diamo contributi finanziari ad istituti privati che fanno capo ad uno stato estero,e che sono a pagamento!
Quindi..come sempre.. si leva ai poveri per dare ai ricchi.
Che gli studenti di tali istituti non vengono certo da famiglie di operai!
Come un altro scandalo è il pagamento, da parte del Ministero dell'Educazione dei salari di oltre 20.000 insegnanti di religione,che non vengono certo assunti con regolare concorso..
Ma vorrei proprio sapere come!!

IronGland ha detto...

è tutto raccapricciante!!! piu leggo queste cose e piu mi rode il chiccherone...

mah, che ci vengano a salvare!

Idee a ha detto...

Collaborazione fra siti


Mi chiamo andrea e gestisco il sito
http://www.ideeaconfronto.altervista.org

Apprezzo il vostro sito e mi piacerebbe
fare uno scambio link con il mio.

Se siete d'accordo, e se lo gradite,
fatemi sapere. La mia mail è:
ideeaconfronto@gmail.com

Saluti e buon lavoro

Edric Ant ha detto...

Italia talebana. EVVAI!

P.S. Scusate se sfrutto meschinamente il commento, ma ho fatto casino con i feed e il link del mio blog sulla vostra lista non è aggiornato. Credo di averlo aggiustato. Scusate di nuovo per il commento.

bennyraft ha detto...

Caro Diadorim..
Ti invito a postare sul nuovo rappresentante della classe Mastelliana.. il Villari della commissione di vigilanza RAI..
Perche' è veramente al livello di Mastella..
Ciao.. e a presto

Third Eye ha detto...

Vogliamo commentare la Gelmini che ha rassicurato subito la CEI che "su Dio non si risparmia" e poi ha blaterato che ora l'insegnante di religione (CAZZZZOOO, MA A CHE SERVE?!?) avrà un ruolo ancora più importante nella "sua" scuola?

E basterebbe risparmiare su tanti inutili soldatini, vero pozzo di improduttivi raccomandati senza fondo...

Wil ha detto...

L'articolo della Costituzione che hai postato è una Mannaia sulla testaccia di Tremonti.

Se posso dire la mia, ci sono migliaia di cose di questa legislatura che naturalmente non sopporto, ma 2 mi hanno fatto quasi svenire.

Il Lodo Alfano, ed il Taglio agli incentivi "Verdi".

A presto, Wil.

Anonimo ha detto...

Patetica demagogia... Esattamente come il post su Alitalia! Pensate di dare lezioni di vita e di comportamento al mondo, voi assieme al vostro guru Travaglio, e non vi rendete conto che rifiutate la realtà attaccandovi a barzellette pur di attaccare una volta Berlusconi e un'altra volta il Papa. Per quanto riguarda il papa e i cattolici vi inviterei a guardare una volta tanto la realtà; i cattolici controllano almeno (ad essere scarsi) il 60% dei voti; è quindi logico che il papa e le istituzioni cattoliche abbiano una posizione di rilievo, no? Giusto o sbagliato che sia, si chiama democrazia... come sempre però la parola democrazia sapete usarla solo quando serve per accusare Berlusconi di essere fascistam ladro e cattivo... anche se in realtà ritengo non ne conosciate nemmeno il significato!
Quindi, non mi aspetto di vedervi ragionare; quindi, caricate Di Pietro, Travaglio, Santoro e Beppe Grillo, fate un bel girotondino con Moretti e fate stravincere anche le prossime elezioni al PDL... L'Abruzzo insegna che non è ancora finita!!

Fregel
(PS: detto col cuore, io non sono certo un elettore del PDL; tuttavia, d'innanzi alle vostre patetiche argomentazioni non riesco a tacere)

ale1980italy ha detto...

buon natale :=)

http://ale1980italy.wordpress.com/2008/12/24/la-tradizione-del-natale-breve-excursus-storico/


http://ale1980italy.wordpress.com/2006/12/25/cosa-e-il-natale/

Anonimo ha detto...

Scusa l'OT
Ma di fronte alle dichiarazioni di Mastella ("Io al posto di Di Pietro jr? Chissà cosa m'avrebbero fatto...") ci devi fare un post:
http://www.corriere.it/politica/08_dicembre_27/mastella_cazzullo_77542fe4-d3f4-11dd-8f30-00144f02aabc.shtml
...vedi anche i commenti.
La sfacciatagine di quest'uomo che dopo aver fatto trasferire il PM suo indagatore (cosa di cui non fu capace nenache Castelli) fece pure cadere il governo Prodi, non ha limiti.
Saluti
Rezik

Anonimo ha detto...

Due sole cosucce ... Non mi importa se siamo al 60% cattolici o quanto contiamo nell'economia dei voti: Se c'è una legge (costituzionale addirittura!) prima la si cabia, poi si dà i soldi al clero (ma ne ha bisogno)?
Piuttosto ho letto dei commenti su alcuni quotidiani che se non funionassero questi istituti migliaia di studenti si riverserebbero sulla scuola statale che no è pronta a riceverli. Diersi post, anche amici insegnanti mi hanno fato notare questo. Non so se sia vero, ma mi ha fatto riflettere ed è qualcosa che spero possa interessare ai frequentatori i questo blog.

Third Eye ha detto...

A prescindere che qui si parla di un problema di legalità, equità e giustizia sociale, sarei curioso di sapere da dove esca questo 60% dei voti se pure la DC ai tempi d'oro stava sul 40% e sicuramente non era votata solo da ferventi credenti...

Anonimo ha detto...

Esce dal fatto che i cattolici non stavano solo nella DC, come adesso non stanno solo a destra ma ce ne sono nel PD e da Di Pietro, tra cui come non citare la Binetty e Cicciobello "Er Cicoria" Rutelly (tra l'altro gran visir di tutti i rinnegati perchè una volta era uno dei radicavoli).

Per chi dice che l'abolizione del privato gioverebbe alla scuola pubblica rispondo solo che, in base alla democrazia, uno deve essere libero di frequetnare la scuola che vuole, sia essa privata o statale. Certo si potrebbe abolire il privato, far confluire tutti nella scuola statale e magari fare un bel programma stabilito da un soviet politico...

Sempre sulla sovvenzione al privato, direi che come i genitori degli studenti degli istituti privati pagano tasse che vanno a tenere in piedi, con risultati infimi, il pubblico, allore è forse giuto che una parte infinitesimale dei fondi dell'Istruzione vadano al privato che, tutto sommato, a volte riesce a erogare anche un servizio di qualità... Svilire troppo il privato togliendo fondi porterebbe anche alla creazione di altri "diplomifici" ma stando al mio freghelianissimo e modesto parere ce ne sono già troppo di istituti così seri, sia nel pubblico che nel privato!

Fregel

Third Eye ha detto...

I cristiani staranno pure altrove, che in Italia ci sia gente davvero cristiana attorno al 60% della popolazione avrei larghissimi dubbi, ma non vedo come foraggiare ancora i diplomifici ne aumenterebbe la qualità; se piuttosto si mandassero a casa i docenti inetti e si mettessero degli standard di preparazione che al momento o non ci sono o sono ridicoli (l'esame di maturità, per dire)...

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !
eXTReMe Tracker