martedì 8 aprile 2008

Mastella rialza la testa


(Fotomontaggio inviatoci da Francesca)

Improvvisamente il blog del Clem si è rianimato come uno zombie dei film di Romero. Tre post in cinque giorni, un vero record! Peccato però che ci sia sempre quel problemino dei commenti censurati preventivamente... Che dite, riprendiamo la nostra vecchia abitudine di riproporre il pensiero del Masty in stile censura free???

Prima di questo però invitiamo tutti i blogger a votare come noi per il Vaffanculo d'Oro indetto dal Blog di Alessio. Avete tempo fino a giovedì, correte! Ah, il nostro voto? Ma c'è bisogno di dirlo??? Vai Clemente, vinci per noi !

Ed ora la parola a Clemente:


martedì 8 aprile 2008
CARO ROMANO NON SONO STATO IO A TRADIRTI

Ho letto con molta attenzione, questa mattina, le analisi del Presidente Romano Prodi sul quotidiano La Stampa e per questa ragione ho deciso di rispondere.
Caro Romano, non sono io ad averti tradito, ma chi ha lavorato per mandarti a casa logorando la tua e la nostra azione di governo. Condivido, infatti, in larga parte le considerazioni di Prodi, soprattutto, quando individua in alcune forze politiche la responsabilità di aver minato l’azione dell’esecutivo, con dichiarazioni ed atteggiamenti istituzionalmente opinabili. Quanto a me, ricordo di essere stato oggetto, sin dal mio insediamento, di una campagna di delegittimazione portata sistematicamente avanti da una parte della coalizione, e assecondata da quegli stessi organi “padronali” dell’informazione, acerrimi nemici del professore bolognese, che strumentalizzando inchieste giudiziarie, rilevatesi poi prive di ogni fondamento, hanno decretato la mia panchina politica.
Nelle circostanze in cui è maturato il mio accerchiato e sono stato costretto ad alzare bandiera bianca, ho dovuto registrare un’avara solidarietà umana e scarse solidarietà politiche, proprio da coloro che hanno lavorato per la fine della tua esperienza di governo. Nei tuoi riguardi, caro Romano sono sempre stato leale e ti conferma anche oggi la mia piena stima.


lunedì 7 aprile 2008
Italiani, brava gente

Sento parlare di fucili, leggo di cordate fantasma per Alitalia, vedo troppe polemiche, perfino, sulle schede elettorale. E gli italiani?
Ma chissà, mi auguro solo che non perdano la speranza.
Tanta gente mi sta scrivendo in queste ore. In modo particolare dal Sud. A tutti e, in modo particolare, ai miei conterranei affiderò le mie forze, il mio impegno, e le mie ragioni per il futuro.

giovedì 3 aprile 2008
Ed ora?

cari amici, ormai sono due giorni che leggo e rileggo i tanti giornali che ritornano sulla mia assurda storia giudiziaria. C'è tanta soddisfazione ma c'è anche tanta amarezza nel dover prendere atto che altri, sul piano politico, giudiziario e mediatico, hanno lavorato per la mia eliminazione politica. E lo hanno fatto sapendo che io, come i fatti stanno dimostrando, ero del tutto innocente. Una vera e propria gogna per la quale ogni commento diventa superfluo. Vi invito, allora, a leggere la decisione del gip di Catanzaro sul caso Why Not che di seguito riporto insieme agli editoriali pubblicati oggi da Il Riformista e Avvenire (a firma di Sergio Soave)

Grazie dell'attenzione e a presto.

(Segue la la decisione del gip di Catanzaro sul caso Why Not e gli articoli citati da Mastella).

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Reggio Calabria: Coinvolto un consigliere di An
«Favori alle cosche mafiose»
Indagato il senatore De Gregorio.
La campania e' in questo momento sommersa dalla spazzatura. Ma non c'e' solo la spazzatura che puzza, ci sono anche i sacchi di immondizia umani, come questo personaggio. Avete visitato il suo blog?

Anonimo ha detto...

Sta gente mi fa salire u nervoso dentro che la spranga su di loro sarebbe un ottimo antistress.

Allora, ricapitoliamo:

"Ma chissà, mi auguro solo che non perdano la speranza."
Gli italiani (almeno per quanto riguarda me stesso) la speranza l'hanno già persa, e da un bel pezzo. Per colpa tua e di gente come te.

"Vi invito, allora, a leggere la decisione del gip di Catanzaro sul caso Why Not che di seguito riporto insieme agli editoriali pubblicati oggi da Il Riformista e Avvenire (a firma di Sergio Soave)"

Grazie che l'inchiesta è finita in un nulla di fatto: il magistrato che aveva le palle per portarla avanti (De Magistris) LO HAI buttato fuori a calci in culo.

Complimenti Clem, continua così...

Galdo607

Anonimo ha detto...

Azzo, ma questo c'ha la faccia molto peggio del culo!
Tranquillo Mastella, la speranza se n'è andata da un pezzo!!! l'unica magra consolazione è che non ci sei più te tra quelle merde. Peccato che ci è toccato darto 30.000 € di saluto!!! TE PIJASSE QUALCOSA ALMENO!
è per gente così, di cui è piena la politica in Italia, che dobbiamo astenerci tutti dal voto

Luca da PG

Anonimo ha detto...

correggo, 300.000 € (vaffanculo!)

Luca da PG

Anonimo ha detto...

Ma non è possibile.... questo è proprio intoccabile, basta, sta gente in galera dovrebbe stare.

Anonimo ha detto...

Forse e' un po' off-topic, ma ho scoperto che cercando "berlusconi" su google, con l'opzione della pubblicita' attivata, vi compare un banner sponsorizzato evidenziato in rosso che linka a www.votaberlusconi.it
se ci cliccate sopra questo incrementera' il costo per click che berlusconi deve pagare. Il costo e' circa un centesimo di euro per click per cui se spargete la voce potrebbe salire facilmente a qualche centinaia di migliaia di euro.
Attenzione e' inutile cliccare piu' di una volta con la stessa stringa, se volete farlo piu' volte dovete rifare la search da goggle dato che cambia la stringa di riferimento.
Passate parola!

Melina2811 ha detto...

Preferisco non esprimermi più di tanto in riguardo alla politica. Infatti ce ne sarebbe da dire un pò per tutti, forse per qualcuno un pò di più... ma per tutti. Maria

Federico ha detto...

Versione integrale dell'Ordinanza Mastella della procura di Santa Maria Capua Vetere e introduzione al ducumento.

http://fattionline.blogspot.com/2008/04/demente-mastella.html


Fatti Online
http://fattionline.blogspot.com/

anna ha detto...

Il giovane onorevole socialista al parlamento europeo Battilocchio Alessandro (collega di De Michelis) dice a proposito di Mastella e dei giudici:
"...i giudici dovrebbero occuparsi d'altro invece di mettersi in bella mostra in tv e sui giornali, ( a chi si riferisce?)
come nel caso "Mastella" che si è rivelato privo di qualsiasi fondamento, che ha portato al linciaggio mediatico del Ministro della Giustizia...."
http://www.imgpress.it/notizia.asp?idnotizia=32872&idSezione=2

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !
eXTReMe Tracker