giovedì 25 settembre 2008

Sensibilità sotto le scarpe


Coloro che leggono questo blog sanno perfettamente che chi scrive ritiene, così come gran parte degli italiani, che Silvio Berlusconi sia un'autentica disgrazia e iattura per il paese. Ma se c'è una cosa che non sopporto è quando si attacca qualcuno mirando a ridicolizzarne i difetti fisici. Non mi piace quando si dice che Fassino è un cadavere, che Ferrara è una balena e mi dà altrettanto fastidio quando ci si riferisce a Berlusconi con gli appellativi di psiconano, nano di merda, truffolo, cainano eccetera. Ma scusate, come pensate che la prendano le persone che sono veramente affette da nanismo? Credete che sia bello sentire quotidianamente che qualcuno viene ridicolizzato utilizzando come arma di offesa la loro condizione di anomalia? Dirò di più, se Berlusconi fosse cieco o zoppo quanti di voi lo chiamerebbero "il guercio" o "lo sciancato"? O se avesse un figlio con la sindrome di Down quanti di voi lo definirebbero "il padre del mongoloide"?

Mi piacerebbe sentire l'opinione di qualcuno affetto da qualche malattia, malformazione o anomalia fisica al riguardo.



15 commenti:

Anonimo ha detto...

Prendi le cose troppo seriamente...

Edric Ant ha detto...

Io lo chiamo ontalcino. Con buona pace degli addetti alla viticoltura.

Mr. Flamingo ha detto...

Beh in effetti qui ti do ragione. Penso che la gente offende senza pensare al significato proprio di un termine. L'odio verso i politici, (chiamati grassoni, cadaveri o nani)è talmente forte che non si fa caso a chi ha dei seri problemi.

Un termine adatto è Ladri, oppure Mafiosi... Almeno così non si offende nessuno.

bennyraft ha detto...

mr.Flamingo.. credo che con questa classe politica si offendano anche i ladri..

postman ha detto...

hai perfettamente ragione anche io trovo volgari e degradanti le qualificazioni riferite alle caratteristiche fisiche, meglio evitarle.
il problema di berlusconi non è che sia basso e calvo, chi se ne frega se è basso e calvo
il problema è che è un ladro mafioso piduista massone corrotto molto bugiardo molto avido molto spietato e molto criminale.
questi sono i suoi e i nostri problemi, questi i nomi con cui lo dobbiamo chiamare.

Tobby ha detto...

Mah a Berlusconi sinceramente anche chiamarlo nano di merda mi pare cosa buona e giusta...

silvio di giorgio ha detto...

per me è suficiente chiamarlo piduista: perchè chiamarlo nano o simili?

Anonimo ha detto...

Dovremmo chiedere tutti scusa ai nani, agli obesi e ai cadaveri per averli accostati a personaggi così disgustistosi e che offendono il comune senso del decoro.

fewwhispers ha detto...

con tutto che berlusconi però punta talmente tanto sull'aspetto fisico che insultarlo per questo è quasi un dovere... è lui che gira coi tacchi, si fa trapiantare i capelli e si stira la faccia...

Guidiño ha detto...

Salve,

Volevo permettermi di dare un consiglio a chi ha scritto il post.
La critica dell'aspetto fisico, molto meno seria della satira vera e propria, o nobile, ovvero lo sberleffo, per intenderci Striscia La Notizia, Bagaglino ecc... ha una sua importanza.
Odio il totale attaccamento al "politicamente corretto".
È certo però che ci si pone in uno stato di minor serietà se si sottolineano i tratti fisici piuttosto che i disastri fatti dal Presidente del Consiglio.
In ogni caso l'unico vincolo alla libertà di parola deve essere rappresentato dalla legge per quanto riguarda la diffamazione e le ingiurie.
Dare dello stecchino a Fassino o del nano a Berlusconi non cambia nulla, non succede niente, non c'è motivo di indignazione, è vero punto... allora tanto vale smetterla anche con i complimenti al bel Rutelli o alla bella Carfagna e lasciare le frasi totalmente prive di aggettivi...
Il punto è che ogni parola ha la sua dignità ed il suo senso, anche un appellativo poco lusinghiero della professionalità. Un esempio, ammetto un po' poco calzante, Kakà... dopo che si è visto come giocava sono molto diminuite le prese in giro, quello che voglio dire con questo è che un nomignolo è di poca importanza, conta la sostanza.
Poi cosa c'entra tirare fuori i ciechi ed i down?

ps.
La Carfagna non la voglio fuori dal governo perchè ex valletta carina o la "cocca di Berlusconi"... la voglio fuori di lì perché non è in grado di scrivere leggi corrette nemmeno dal punto di vista formale...

Diadorim Riobaldo ha detto...

Guidino,

dire che qui siamo attaccati al politically correct lascia il tempo che trova, probabilmente ti è sfuggito il titolo di questo blog.
E se poi i tuoi riferimenti sono il Bagaglino e Striscia la notizia (ne ho parlato in questo post: http://tinyurl.com/5xs92t ) ti dico che siamo proprio su strade opposte. Non hai capito cosa c'entrano i ciechi ed i down? Semplice, io mi chiedo perché ormai sia passato il concetto secondo il quale alcune imperfezioni fisiche possono essere oggetto di scherno ed altre no, tutto qui.
Poi ognuno resta della propria opinione.

Anonimo ha detto...

OK, effettivamente non è bello per una persona affetta da nanismo sentir dire "NANO DI MERDA".
Per questa volta però i nani di tutto il mondo mi scuseranno:
NANO DI MERDAAAAA!!!!!

Luca da PG

Anonimo ha detto...

ogni parola và interpretata per quello che rappresenta in quel momento!
sono un nano e sinceramente non mi offendo se mi chiamano nano!
Mi offenderei sicuramente se mi chiamassero La Russa!
Da nano autorizzo l'utilizzo del termine!!!

Anonimo ha detto...

Oddio tra l'argomento dell'intervista di Byoblu che davvero richiede sensibilità non "sotto le scarpe", e il fatto che si chiami Berlusconi Nano o Psiconano c'è un bel salto...

Anche perchè illo, i suoi alleati e la satira amica a partire da Forattini non si risparmiano i lazzi sul "Mortadella" da quando era effettivamente obeso, sullo stecco Fassino sul bruco Veltroni, sulla gobba di Andreotti, su Di Pietro rustico e analfabeta, ecc...
Ma è normale, la satira si è sempre avvalsa dei piccoli difetti fisici. Nei cartoons Bush è raffigurato come una scimmia, l'eroe di guerra McCain con una testa a patata bollita, Blair e Carlo d'inghilterra con dentoni ed enormi orecchie a sventola.

Io lo chiamo spesso BaNano con riferimento alla famosa repubblica di Woody Allen più che alla statura. Cero, tra lifting, bandane, sotto-tacchi, foto ritoccate e capelli d'asfalto, gli epiteti sull'aspetto fisico se li va proprio a cercare...

L'importante è con chiamarlo cavaliere sennò si offendono i Cavalieri quelli veri (mio nonno era Cavaliere del lavoro) o Presidente, come fa Vespa, tanto chi capita è sempre presidente di qualcosa. Ma neanche maiale perchè sennò si offendono i maiali. E giù giù... possiamo almeno chiamarlo stronzo? Noo perfino la merda ha una sua dignità. Non facciamo proprio paragoni.
Saluti

Rezik

anonimo ha detto...

concordo con il post, bisogna criticare nel merito e non prendere in giro per difetti fisici.

mio padre è morto di infarto in giovane età e non potete capire che fastidio tutte le volte che sento qualche cretino dire "mi stava per venire un infarto" per dire che aveva avuto paura, io mi auguro che l'infarto gli venga veramente a questa gente che apre la bocca solo per darle aria!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !
eXTReMe Tracker