venerdì 19 ottobre 2007

Il telegramma di oggi

41 commenti:

Anonimo ha detto...

mi vergogno ogni giorno di + di essere italiano

Luca da PG

X Luca da PG ha detto...

No! Io non mi vergogno di essere Italiano!
Non è perche'i nostri politici e la nostra classe dirigente fa' schifo io mi devo vergognare!
Sono loro che dovrebbero riuscire a vergognarsi!
Ma è una speranza vana,quindi invito tutti a non votare piu',a non votare niente!
Solo cosi' si puo' dimostrare che non ci rappresentano!

Anonimo ha detto...

Why not?

Se passa questa legge di mmerda sono chiapperi!

Che si fa? Raccolta firme? Petizione?
Ci suicidiamo?

Bob ha detto...

E io che mi sono preso del pazzo su "dementemastella" perche' dicevo che, tutto sommato, la Cina non era peggio dell'Italia sotto molti punti vista. Ora, se la legge Levi e' come la racconta Grillo, la Cina e' sempre piu' vicina...

Ma che politicanti ridicoli ci sono in Italia? Proprio da spaghetti e mandolino.

Mauro ha detto...

L'unico sistema è scendere in piazza, in migliaia, milioni e COSTRINGERLI AD ANDARSENE!!!!

Per intanto nel mio blog continuo a dire quello che mi pare.

La buona notizia di oggi è che
MAFIELLA E' STATO INDAGATO!!!!!!!!

Spero di vederlo presto con le manette ai polsi .... ah che goduria!!!

Lo so, non succederà mai, ma fatemi sognare un po' no?!

Anonimo ha detto...

Per chi dice di non andare a votare: Assolutamente NO, il voto è un diritto che è stato conquistato col sudore e col sangue, bisogna andare a votare e annullare il voto. Non andare o votare scheda bianco vuol dire non schierarsi, non prendere posizione e non c'è cosa peggiore di questa. Anullare la scheda invece vuol dire essere contro tutti, contro questi politici che minano alla libertà di opinione e di stampa, che fanno quello che fa comodo a loro e basta

Piccione ha detto...

E poi parlavano di dittatura quando c'era Berlusconi. Questi ora perfezionano il controllo sul web (che si sono accorti essere troppo potente per loro) tentando di tappare più bocche possibili. Se non è una conferma del fatto che sono La Casta...

Non c'è da vergognarsi d'essere italiani, c'è da provar rabbia e pena per questi che non ci stanno governando, ci stanno soggiogando come nelle più bieche dittature.

Anonimo ha detto...

Mastella aveva cominciato come principe dei trasformisti di giolittiana (o di depretis) memoria.
Adesso il governo intero assomiglia sempre più a quello della nigeria e del ciad...
a quando la concessione della sharia a chi si dichiara islamico?

pcamone ha detto...

... voglio andare a vivere in un altro paese...
qui non c'è futuro.. e mia moglie aspetta mio figlio..

Anonimo ha detto...

«Sono iscritto a una loggia massonica con il numero di tessera 52947. Una loggia che mi ha insegnato a essere sereno come sono, a rispettare gli altri». Mastella dichiara il 5 Ottobre 2007.

Indagato per Abuso di ufficio e violazione della legge Anselmi sulle associazioni segrete dichiara oggi su Libero: ""ribadisco, come ho avuto modo di ripetere a più riprese, di non essere mai stato iscritto a nessuna loggia massonica, né in Italia né all'estero, e di non aver mai partecipato a comitati d'affari o a singoli affari, come testimonia la mia trentennale vita pubblica e parlamentare nella prima, nella seconda e spero anche nella terza Repubblica".

Diadorim Riobaldo ha detto...

PER L'UTENTE ANONIMO DELLE 20.55

CARO ANONIMO, QUANDO RIPORTI LE NOTIZIE RIPORTALE PER INTERO PER FAVORE.
MASTELLA HA DICHIRATO: «Sono iscritto a una loggia massonica con il numero di tessera 52947. Una loggia che mi ha insegnato a essere sereno come sono, a rispettare gli altri». Attimo di sconcerto, poi la spiegazione: quel numero è la sua data di nascita. Mastella infatti è nato a Ceppaloni il 5 febbraio del 1947.
QUI TROVATE IL LINK DELL'ARTICOLO DEL CORRIERE DELLA SERA:

http://www.corriere.it/politica/07_ottobre_05/reazioni_annozero_mastella_forleo.shtml

A NOI MASTELLA NON PIACE MA CI PIACE ANCOR MENO CHI DISTORCE LA VERITÀ. SCRIVENDO FALSITÀ NON FATE ALTRO CHE DANNEGGIARE LA REPUTAZIONE DEGLI AUTORI DI QUESTO BLOG. STATE ATTENTI PER FAVORE

Anonimo ha detto...

Ma non avete capito...

«Una cosa è la libera circolazione delle idee e delle informazioni, un diario; altra cosa un'iniziativa editoriale per la quale, in quel caso sì, è giusta una regolamentazione».

E' solo per far star zitto Grillo :)

Anonimo ha detto...

Ma non è nella Repubblica Popolare Cinese che vengono violati i diritti umani e la libertà di parola è una chimera.

VOGLIO ANDARE VIA ... mi sembra di vivere nel film di Don Siegel "Linvasione degli ultracorpi" !!!

Occhio all'UE tempo dieci anni e il nulla.

La storia insegna

Il cacio è sui maccheroni, ripeto , il cacio è sui maccheroni.

bennyraft ha detto...

Ho letto adesso due articoli,sul nostro eroe,Clemente Mastella ( su Repubblica),e sono rimasto,ancora?,allibito. Leggete i seguenti stralci.. poi vi dico..

"

Il ministro Mastella
CATANZARO - Il ministro della Giustizia Clemente Mastella risulterebbe iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Catanzaro fin dallo scorso 14 ottobre nell'ambito dell'inchiesta "Why Not". "Lo apprendo da notizie giornalistiche - dice il Guardasigilli - se così è, dichiaro di attendere serenamente gli sviluppi di questa situazione". La notizia era stata diffusa dal quotidiano Libero. Fonti della Procura confermano "in maniera ufficiosa", visto che le iscrizioni nei registri degli indagati sono coperte da segreto. L'iscrizione, tra l'altro, non comporta alcuna comunicazione all'interessato. "Non intendo rilasciare alcuna dichiarazione" taglia corto il procuratore vicario della Repubblica di Catanzaro, Salvatore Murone. Libero, riferendo della possibile indagine su Mastella, parla di "tam tam nel Palazzo" e di fonti che parlano "di un riferimento con la posizione di Saladino e alle intercettazioni telefoniche". L'inchiesta "Why not" è la stessa in cui risulta indagato il presidente del Consiglio Romano Prodi e che ha portato alla richiesta di azione disciplinare per il pubblico ministero che la coordina, il sostituto procuratore Luigi De Magistris.


TERNI - Elezioni a primavera, per "togliersi un dente" il prima possibile. A pensarla così è Clemente Mastella, che auspica il voto perché - dice da Terni - "mentre il Senato discute, Sagunto rischia di essere espugnata. La maggioranza quasi non c'è più. Noi difendiamo Sagunto, ma sento che ci avviamo velocemente verso elezioni anticipate". "Abbiamo fatto tanto - sottolinea il leader dell'Udeur - per respingere l'assalto a Sagunto. Oggi sono indifferente. Non si può chiedere a me di fare il lavoro più sporco e poi in certe occasioni fare finta di niente". Le parole del Guardasigilli fanno eco a quelle scritte da Silvio Berlusconi in una lettera inviata a deputati e senatori azzurri, nella quale il leader di Forza Italia invita a "prepararci a un ritorno alle urne già nella prossima primavera".

Allora,adesso vi dico le mie impressioni.

Il Mastellone,come sempre,non sa' niente.. cioe' non sa' niente delfatto di essere iscritto nell'albo degli indagati.

Ma.. come sempre,sa' che lui "è sereno" etc.etc

Ma il cronista(?) mica gli chiede(se lo fa' noi non lo sappiamo,quindi e quasi certo che neanche ci prova..) perche' si è saputa questa notizia attraverso "Libero" (mai virgolette furono meglio usate!),e se lui lo avesse gia' saputo!!

(allora,come sempre piu' spesso accade.. mi viene da pensare.. questo cronista..non è un giornalista.. è un registratore,che registra solo le risposte,e non le domande..se mai ci sono!)

Ma Mastella è tranquillo!

E sul secondo brano qui riportato..
Peggio mi sento!

Il Mastella dice "che a questo punto è meglio tornare a votare" che gli puo' "chiedere di fare sempre il lavoro piu'sporco,e in certe occasioni fare finta di niente"
non so a voi che cosa sembra questa dichiarazione..

A me sembra,proprio,quella che darebbe un ladro colto sul fatto,che si aspettava un aiuto,che non è venuto dai propri complici..

E,chi ha scritto questo "articolo" mica gli chiede,davvero!,perche' si dovrebbe tornare a votare,e soprattutto.. Che diavolo è sto "lavoro piu' sporco"!!

Macche'..
Forse non gli fa' domande..perche' sa' benissimo le risposte..ma non gliele pubblicherebbero..

Ho finito il vomito.. che d'altronde per certi personaggi sarebbe sprecato anche versare..

Dico solo..

NON AVRANNO MAI PIU' IL MIO VOTO.
ALMENO NON DOVRO' GUARDARMI ALLO SPECCHIO,PENSANDO A CHI HO VOTATO!

E non venite a dirmi che poi uno fa' il loro gioco..

Stiamo,sempre di piu',sprofondando in un mare di merda..
E sembra che ci stiamo tutti abituando al suo fetore..

"

Anonimo ha detto...

mastellone prepara le valigie (quelle di un lungo viaggio) e chiudile col doppio spago...mi raccomando!

a tutti i tuoi amici (del compasso, del mattone e del cappuccio di merd* in testa) maledetti corrotti DEDICHIAMO il seguente pezzo di club dogo:

"Cronache di Resistenza"

se veddemmu mianda!!!

SENZA RANCORE

guirosdue ha detto...

Riusciremo a vedere il nostro amico, nn dico in galera, ma almeno fuori dal ministero e dalla politica?
Speriamo
ciao

http://mastellamarcondirodirondella.blogspot.com/

andrea ha detto...

saremo il numero 15!

www.gattocurioso.blogspot.com

Anonimo ha detto...

SIAMO GIUNTI ALLA PAZZIA! MA GUARDATE CHE FACCIATOSTA HA QUESTO SOTTOSEGRETARIO LEVI CHE VUOLE ORA METTERE SOTTOCONTROLLO TUTTI I BLOG ESISTENTI SUL TERRITORIO NAZIONALE. ECCO LA DIMOSTRAZIONE DI COME SIAMO MESSI MALE CON QUESTO GOVERNO GERITO DA MORTADELLA. STA BENE A QUEI TANTI IMBECILLI CHE LO VOTARONO NEL 2006, VI STA BENE!!! IO HO UN BLOG DI DIRITTO INTERNAZIONALE ED ORA SARO' COSTRETTO A CHIUDERLO A CAUSA DI QUESTA NEFANDEZZA DI DISEGNO DI LEGGE CHE IL CONSIGLIO DEI MINISTRI HA APPROVATO (O STA APPROVANDO). MA E' POSSIBILE CHE DOBBIAMO ESSERE SOGGETTI A QUESTI VECCHIONI DI 70 ANNI CHE CI GOVERNANO? CACCIAMOLI VIA!HANNO FATTO LA LORO VITA, QUINDI NON CI ROMPESSERO I COGLIONI! IL PRIMO MINISTRO MORTADELLA E' ISCRITTO NEL REGISTRO DEGLI INDAGATI E NON SI DIMETTE(SE FOSSE STATO BERLUSCONI, COSA SAREBBE ACCADUTO!), ORA ANCHE MASTELLA (GLI STA BENE!) E' INDAGATTO, MA NON SI FA DA PARTE. ORA, DICO, QUESTI SIGNORI CHE SONO INQUISITI OCCUPANO ANCORA LA POLTRONA E SONO PURE CATTOLICI, AMMAZZA, DEVONO IMMEDIATAMENTE ANDARSENE, NON SONO LORO I PADRONI DELLA COSA PUBBLICA, MA NOIIIIIIII.
ORA, CHIEDO A PIERO DI INIZIARE UNA RACCOLTA DI FIRME E DI FAR INTERVENIRE LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL'UOMO, PERCHE' MI SA TANTO CHE SI SIA IN PROCINTO DI VIOLARE I PIU' ELEMENTARI DIRITTI DEL CITTADINO.
ANDATE A CASA, GOVERNO PRODI!

GIUSEPPE

Ulisse ha detto...

Forse dovremmo preoccuparci di questo?

"Da Palazzo Chigi spunta un ddl coi limiti ai blog «Registro per blog e siti internet» " Corriere della sera, 20 ottobre 2007

"Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Ricardo Levi dopo le anticipazioni di Repubblica.it replica alle accuse di Grillo "Vogliamo tutelare il pluralismo dell'informazione"
Ddl editoria, il governo si difende
"Nessuna censura per internet" "
La Repubblica 19 ottobre 2007.

E c'è già chi raccoglie adesioni per una petizione:
www.petitiononline.com/noDDL/petition.html

Bufala o verità?

Che Mastella ci stia provando?

Gianni Rosa ha detto...

Mastella fai la cosa giusta, dimettiti e vaffanculo.

Anonimo ha detto...

Incredibile Mastella... non si regola:

http://www.stivalebucato.it/index.php?option=com_content&task=view&id=285&Itemid=1

dOOx ha detto...

Ora è ufficiale: HANNO TOLTO L'INCHIESTA A DE MAGISTRIS!!!

Mastella, vai a fare in culo, criminale di merda! Mafioso!!!

Gianni Rosa ha detto...

i reati ipotizzati nei confronti del ministro della Giustizia non figura la violazione della legge Anselmi sulle associazioni segrete. I reati ipotizzati nei confronti di Mastella, invece, sarebbero finanziamento illecito al partito, truffa e abuso d'ufficio. L'inchiesta riguarda il presunto utilizzo illecito di finanziamenti pubblici da parte di un gruppo di esponenti politici, amministratori ed imprenditori che avrebbero fatto capo ad un comitato d'affari con base operativa e finanziaria nella Repubblica di San Marino.

Vincenzo ha detto...

Gentili amici di “mastellatiodio” mi rivolgo a voi perché ritengo siate persone come noi e degli amici a cui rivolgersi per essere ascoltati e per potersi confrontare sempre nonché lo specchio di quello che molte persone sensibili ed attente alle problematiche sociali tutti i giorni pensano.

Il vostro è uno spazio libero e democratico nel senso che chiunque è libero di inserirsi nelle conversazioni lasciando commenti ed esprimere il proprio punto di vista in merito alle varie argomentazioni promosse e messe in risalto da voi. Sul vostro esempio e su quello di tantissime altre persone anch’io da poco ne ho creato uno (http://www.vincenzocaldarola.blogspot.com/) e guarda un po’ neanche a farlo apposta e prima ancora della preoccupante “Internet tax” proposta da questo Governo avevo intuito la necessità di sottolineare l’importanza della libertà di informazione su internet, in un momento in cui essa sembra essere sempre meno tutelata, minacciata e soffocata: PENSIERI E IFORMAZIONE LIBERA questo è il mio blog.

Quindi mi rivolgo al Presidente del Consiglio Romano Prodi affinchè vengano fatte le dovute riflessioni su questo disegno di legge e sulle conseguenze che una cosa simile possa provocare all’interno dell’opinione pubblica. Trovo sia impressionante la definizione di prodotto editoriale da parte del Disegno di Legge 3 agosto 2007 (Capo I art.2) che recita: “per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione, di intrattenimento, che sia destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso”. A questo punto una domanda sorge spontanea Sig. Presidente: anche il mezzo di comunicazione più diffuso quale potrebbe essere un blog viene considerato prodotto editoriale? Inoltre è soprattutto l’incalzante art. 6 che obbliga l’iscrizione nel registro degli operatori della comunicazione tutti i soggetti ritenuti editoriali a destare maggiori preoccupazioni per la nostra libertà (gratuita) di poter esprimere le proprie idee su internet aprendosi un blog in un qualsiasi momento. Quindi anche un blog personale come il mio e senza alcuna finalità di lucro, né per scopi di pubblicità personale o di sponsor di terze persone potrebbe essere coinvolto in questa volontà liberticida da parte dello Stato di cui sono cittadino.

Sig. Presidente del Consiglio sono convinto dell’importanza della sinistra al nostro Governo e le auguro di tutto cuore che lei riesca portare a termine tutto il suo mandato fino al 2011 senza problemi. E le auguro anche che con il neonato Partito Democratico questa maggioranza, che non dimentichiamo esiste grazie anche al mio voto, si rafforzi ancora di più e vada avanti senza contradditorio come sempre e senza ascoltare nessun altro all’infuori dei partiti che contano nella maggioranza. In effetti i conti sono stati fatti bene soprattutto quelli fatti all’interno di questo grande Partito Democratico che prepotentemente e con larghissimi consensi si prepara ad essere il futuro del nostro Paese. Davvero complimenti! Non voglio dilungarmi troppo né risultare tedioso nell’esprimere giudizi personali ma come cittadino incensurato e come elettore di questo Governo voglio che sia chiara l’insoddisfazione e la delusione di molti cittadini per questa proposta di legge. Tali delusioni emergono ogni giorno all’interno dei vari siti di informazione o all’interno di liberi blog e non è difficile capire quindi cosa spinge molti di noi “internauti” a dissentire ogni momento da qualsiasi inaccettabili ingiustizia sottoforma di leggi e soprattutto all’insaputa dei cittadini. Concludo Onorevole Prodi, ritenendo importantissimo anche il raggiungimento del consenso non solo elettorale ma soprattutto di stima sincera verso questo Governo da parte di tutti noi liberi cittadini che crediamo nell’importanza e nel mantenimento di uno Stato libero, dove la libertà non sia mai affossata da nessuna legge bavaglio o legge vergogna e dove prosperi sempre il dialogo ed il confronto a viso aperto tra la politica ed i cittadini e convincendosi dell’importanza di questa nuova e prorompente forma di democrazia che è internet.

Vincenzo ha detto...

Gentili amici di “mastellatiodio” mi rivolgo a voi perché ritengo siate persone come noi e degli amici a cui rivolgersi per essere ascoltati e per potersi confrontare sempre nonché lo specchio di quello che molte persone sensibili ed attente alle problematiche sociali tutti i giorni pensano.
Quindi mi rivolgo al Presidente del Consiglio Romano Prodi affinchè vengano fatte le dovute riflessioni su questo disegno di legge e sulle conseguenze che una cosa simile possa provocare all’interno dell’opinione pubblica. Trovo sia impressionante la definizione di prodotto editoriale da parte del Disegno di Legge 3 agosto 2007 (Capo I art.2) che recita: “per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione, di intrattenimento, che sia destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso”. A questo punto una domanda sorge spontanea Sig. Presidente: anche il mezzo di comunicazione più diffuso quale potrebbe essere un blog viene considerato prodotto editoriale? Inoltre è soprattutto l’incalzante art. 6 che obbliga l’iscrizione nel registro degli operatori della comunicazione tutti i soggetti ritenuti editoriali a destare maggiori preoccupazioni per la nostra libertà (gratuita) di poter esprimere le proprie idee su internet aprendosi un blog in un qualsiasi momento. Quindi anche un blog personale come il mio e senza alcuna finalità di lucro, né per scopi di pubblicità personale o di sponsor di terze persone potrebbe essere coinvolto in questa volontà liberticida da parte dello Stato di cui sono cittadino.

Sig. Presidente del Consiglio sono convinto dell’importanza della sinistra al nostro Governo e le auguro di tutto cuore che lei riesca portare a termine tutto il suo mandato fino al 2011 senza problemi. E le auguro anche che con il neonato Partito Democratico questa maggioranza, che non dimentichiamo esiste grazie anche al mio voto, si rafforzi ancora di più e vada avanti senza contradditorio come sempre e senza ascoltare nessun altro all’infuori dei partiti che contano nella maggioranza. In effetti i conti sono stati fatti bene soprattutto quelli fatti all’interno di questo grande Partito Democratico che prepotentemente e con larghissimi consensi si prepara ad essere il futuro del nostro Paese. Davvero complimenti! Non voglio dilungarmi troppo né risultare tedioso nell’esprimere giudizi personali ma come cittadino incensurato e come elettore di questo Governo voglio che sia chiara l’insoddisfazione e la delusione di molti cittadini per questa proposta di legge. Tali delusioni emergono ogni giorno all’interno dei vari siti di informazione o all’interno di liberi blog e non è difficile capire quindi cosa spinge molti di noi “internauti” a dissentire ogni momento da qualsiasi inaccettabili ingiustizia sottoforma di leggi e soprattutto all’insaputa dei cittadini. Concludo Onorevole Prodi, ritenendo importantissimo anche il raggiungimento del consenso non solo elettorale ma soprattutto di stima sincera verso questo Governo da parte di tutti noi liberi cittadini che crediamo nell’importanza e nel mantenimento di uno Stato libero, dove la libertà non sia mai affossata da nessuna legge bavaglio o legge vergogna e dove prosperi sempre il dialogo ed il confronto a viso aperto tra la politica ed i cittadini e convincendosi dell’importanza di questa nuova e prorompente forma di democrazia che è internet.

Anonimo ha detto...

Hanno appena silurato il PM di Catanzaro! Ecco la sequenza del gol: Mastella finise sui giornali come indagato, minaccia di sfasciare il governicchio, Prodi (anche lui indagato!) telefona a Mastella, Prodi abbassa la cornetta e chiama un suo sottopancia, ecco silurato il PM.

Poi sarà la volta di internet... ormai questo è un regime, una dittatura nel vero senso della parola.

Faccio qui una piccola previsione: quando i sette milioni di poveri saranno diventati il doppio ( e ci vuole poco) si vedranno in Italia delle cose brutte che da tempo non si vedevano.
I nostri politici difendono il loro feudo, ma non hanno capito che il castello sta crollando.

AvvocatoDelDiavolo ha detto...

da lasteccanelcoro.blogspot.com

Sig. Ministro vada a ringraziare di cuore la Procura di Catanzaro ove sembra che Lei sia stato iscritto nel registro degli indagati.Eh sì, sembra perchè ,more solito, la fuga di notizia verso la stampa (è la volta del quotidiano destrorso "Libero") è stata inarrestabile.O le notizie sono "centometriste" e quindi inarrestabili nella loro fuga , o sono stati davvero bravi i giornalisti ed il Direttore di Libero (giornale di destracentro) ad acquisire questo scoop, così come mesi fa lo fu Panorama (giornale di centrodestra) sugli indagati Prodi e Company.Dicevo, Sig. Guardasigilli ringrazi la Procura di Catanzaro perchè attraverso questo grande assist Lei ha dimostrato come tutto ciò che aveva fatto prima (invio degli ispettori a Catanzaro etc) non era funzionale a difendere sè stesso, ma la Giustizia.Difatti solo dal 14 Ottobre Lei sarebbe iscritto nel registro degli indagati.Non prima.Son serviti tutti i dietrologisti invidiocastisti (invidiosi della cd Casta) che avevano visto il suo intervento come l'effetto di un Suo diretto involgimento nell'inchiesta. A meno che si voglia pensare che Lei abbia avuto poteri apotropaici (ovvero capaci di scacciare gli effetti nefasti) fino al 14 Ottobre.Un fatto è certo:il Sig. Ministro ha fino ad adesso agito non nel suo interesse, in quanto fino al 14 Ottobre non era indagato.Precisiamo che il Ministro non ha neppure ricevuto un avviso di garanzia.Ma si sa ,anche un'alito di vento in casa Mastella, diventa per gli italiani una nefasta tromba d'aria.E' inutile Sig. Guardasigilli che continui a dichiarare a più riprese "di non essere mai stato iscritto a nessuna loggia massonica, nè in Italia nè all’estero, e di non aver mai partecipato a comitati d’affari o a singoli affari, come testimonia la mia trentennale vita pubblica e parlamentare nella prima, nella seconda e spero anche nella terza Repubblica». Coloro i quali la stanno perseguitando fanno filtrare notizie prive di fondamento come ho già avuto modo di scrivere http://lasteccanelcoro.blogspot.com/2007/10/chi-c-dietro-dementemastellablogspotcom.html .Ci chiediamo perchè la Procura di Catanzaro ,nelle cui stanze sembra ci sia una brezza insostenibile (altro che tscunami) , che fa volare le carte giudiziarie relative ai grandi politici sempre verso Milano (prima verso la Redazione di Panorama e dopo verso quella di Libero) non confermi, nè neghi ufficialmente la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati. Ormai la frittata è fatta:soprassedendo non si fa che lasciare nell'ansia i cittadini come il Ministro Mastella che hanno diritto di sapere, non da Libero o Panorama, ma attraverso atti formali, quando potere attivare la propria linea difensiva.Si è detto che c'è un segreto istruttorio.E' vero. Ma ormai la notizia è uscita.Vogliamo lasciare sulla "brace" un cittadino italiano che non sa cosa gli sta accadendo (un tempo si diceva "non sa chi di che morte morirà"? Intanto abbiamo notizia che la Procura di Catanzato ha sottratto a De Magistris l'indagine sul Sig. Ministro.Non crediamo sia certo una vittoria per il magistrato catanzarese.Comunque ,anche in questo momento, è bene ricordare che il Sig. Dott. De Magistris aveva presentato mesi fa, ovvero prima del deferimento al CSM, una richiesta di trasferimento.Ma come mai poi tutte quelle sollevazioni di popolo per far rimanere De Magistris a Catanzaro?Non ci si capisce più niente.Il Dott. De Magistris ha cambiato idea e vuole rimanere a Catanzaro o no? Addirittura i suoi legali sembra stiano utilizzando i metodi avvocateschi più sottili per impedire al CSM di giudicare su alcuni punti dell'incolpazione al CSM (vedi più estesamente http://lasteccanelcoro.blogspot.com/2007/10/e-i-difensori-di-de-magistris-lombardi.html ).Comunque si dà il caso che il Sig. Ministro Mastella nella sua vita sia stato indagato solo una volta ed anche assolto.La Sua fedina penale odora di bucato.Quella di altri politici,diciamo...meno.Molto meno.Sicuramente il Sig. Ministro non ha fatto sempre bene (vedasi poco coraggio nel supportare un proprio DDL realmente "liberalizzatore" delle professioni, fino ad arrivare alla non condivisibile firma dell'atto con cui Storace potrà essere perseguito per le proprie opinioni espresse nei confronti del Presidente della Repubblica Napolitano).I Cittadini sanno o no che il Ministero della Giustizia ,però, in quasi un anno e mezzo di lavoro, ha saputo legiferare assai più degli altri Dicasteri? Parliamo dell'indulto (che si attribuisce solo a lui ma è stato votato dal 75% dei parlamentari), del DDL sull'ordinamento giudiziario che ha cassato quel vergognoso attacco all'indipendenza della magistratura che era il DDL Castelli.In più il Ministero della Giustizia sta cercando di portare a termine un provvedimento ,a tutela dei cittadini, sulle intercettazioni telefoniche.Vi sembra poco?Ma perchè quindi quest'odio per Mastella?Perchè questi presunti "agguati mediatici" (vedi http://lasteccanelcoro.blogspot.com/2007/10/ecco-chi-il-traditore-che-ha-ideato.html e http://lasteccanelcoro.blogspot.com/2007/10/dopo-anno-zero-sono-sempre-pi-dalla.html ) solo contro di lui? Si sprecano conto il Sig. Ministro numerosi siti internet a lui (negativamente) dedicati (http://clementepastella.blogspot.com/ , http://mastellauncensored.blogspot.com/ fino ad arrivare a http://www.mastellatiodio.blogspot.com/ Non c'è nessuno che ponga il problema che questi siti, anche ovviamente indirettamente, possano far crescere così tanto l'odio (per me assolutamente immotivato) per un Cittadino italiano tanto che qualche balordo possa pensare di farsi in(giustizia) da sè? O la Giustizia vale per tutti tranne che per il Ministro di Giustizia?

Vincenzo ha detto...

ESPRIMO COSIì LA MIA INDIGNAZIONE PER QUESTA ITALIA:
"Alle volte mi ritrovo con la testa tra le mani
e penso di essere diventato pazzo
mi dico cazzo! non è reale qua mi devo calmare
eh già, devo stare calmo, riprendere il controllo,
lucidità, perché fa caldo qua,
senti che caldo che fa, si muore, ma si fa per dire
non è che fa caldo e uno muore
a meno che non sia anziano e c'abbia problemi col cuore
o di pressione, ma non è che fa caldo e uno muore
il caldo è una cosa naturale, come andare a lavorare
C'è l'affitto da pagare? Vai a lavorare,
lì ti possono sfruttare, umiliare, sottopagare,
cassaintegrare, ma non è che ti possono ammazzare,
non è così, perdio, non è così che deve andare,
cazzo, morire, cazzo morire per poco più di un milione
non può capitare, ma non si sa come
succede ogni giorno a ben tre persone
e io sarei il pazzo! mille morti l'anno è una guerra perdio
ed io sono un pazzo fottuto che con una guerra in corso
vado ancora in giro disarmato, un pazzo, un pazzo fottutoPovera vita mia chi coglie e magna
chi se ne fa nu rap e chi na pignaPovera vita mia chi magna e magna
chi se ne fa nu rap e chi na pignaPiù ci penso e più mi è chiaro
il fatto che non sono diventato pazzo
è solo che là fuori c'è qualcuno
che si è messo in testa di ammazzarci tutti
e puoi giurarci che nemmeno lui è pazzo
pazzo è riduttivo per un serial killer recidivo
che poi non è neanche uno
perché sono tanti e sono pure tanto ricchi
e potenti e sfacciati maledetti siano loro
e chi cazzo li ha creati, avidi assassini senza scrupoli
che intascano un miliardo ogni due mesi
e si permettono di parlare
di taglio alle spese e ai contributi
i bastardi fottuti, figurati se c'hanno orecchie per sentire
chi gli parla di riduzione dell'orario di lavoro
per loro se dopo otto ore di lavoro
sei stanco, fai una cazzata e muori
è un peccato e manco per la tua vita
quanto per la pensione che hanno cacciato
e comunque hanno risparmiato
rispetto all'assunzione di nuove persone a pieno salario
è questo lo straordinario obbligatorio
chi vola alle Bahamas e chi va all'obitorio
e dovremmo pure dirgli grazie
perché “offrono” lavoroPovera vita mia chi coglie e magna
chi se ne fa nu rap e chi na pignaPovera vita mia chi magna e magna
chi se ne fa nu rap e chi na pignaAlle volte mi ritrovo con la testa fra le mani
e penso, penso e rifletto: in Italia c'è un conflitto
una guerra che fa più di mille morti all'anno
tra lavoro e mala sanità, e dimmi tu
se questa qua non è pulizia etnica
cos'è come si chiama?
Quando uno che c'ha i soldi può avere tutto
e uno che ne ha di meno non ha diritto
nemmeno a un letto in un ospedale quando sta male
e se vuol farsi curare deve pagare
solo che coi soldi che gli danno quelli del lavoro interinale
c'è l'affitto da pagare, il bambino da mantenere
e cosa cazzo vuoi pagare un dottore
quando non sai nemmeno se tra due mesi
c' avrai ancora un fottuto lavoro
perché il lavoro interinale non è altro che
una prestazione occasionale di lavoro manuale
non qualificato, esattamente il caso in cui
il rischio d'incidente sul lavoro è quintuplicato
e tutto questo non è capitato
ma è stato pensato, progettato e realizzato
dal padronato in combutta con l'apparato decisionale dello stato
per il quale la vita di un proletario non vale non dico niente
ma sicuramente non vale il costo di un'assunzione regolare
con tanto di corso di formazione professionale;
è evidente il disegno criminale o no?
o sono io che sono pazzo?Povera vita mia chi coglie e magna
chi se ne fa nu rap e chi na pignaPovera vita mia chi magna e magna
chi se ne fa nu rap e chi na pigna"

silo ha detto...

Vorrei salutare la DIGOS che sicuramente ci sta leggendo con attenzione per rendere erudito il padrone PASTELLA

Anonimo ha detto...

DEDICATA A MASTELLA... CLICCA QUI

max

Anonimo ha detto...

Partendo dal presupposto che Mastella è un cattolico, me lo immagino dopo morto, al cospetto di Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra!
Lo manderà all'Inferno?

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...

Partendo dal presupposto che Mastella è un cattolico, me lo immagino dopo morto, al cospetto di Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra!
Lo manderà all'Inferno?

________________

NO LO MANDERA' A FARE IN CULO CON L'AVVOCATO DEL DIAVOLO HAHAHAHAHA

Anonimo ha detto...

spiegazione video ottima della porcata ke vogliono fare!

www.antenneattive.org


V per riVoluzione

ogni azione comporta una reazione.

IMI22ITNAT NI OMAI2

Panda ha detto...

Luca da PG

vergognati per tutte le volte che hai fatto qualcosa che non dovevi;
vergognati per tutte le volte che hai fatto il furbetto;
vergognati per tutte le volte che hai detto no quando dovevi dire si e viceversa.

vergognati di tutta la vita tua,

ma non dire mai : mi vergogno di essere italiano; la nostra tradizione è l' unica cosa che nessuno ci può strappare.

Luca quello che ho scritto sopra vale prima di tutto per me, e per tutti quanti.

W l' Italia.

www.nontoccareilpanda.wordpress.com

Anonimo ha detto...

l'unica cosa "buona" dell'aver appena appreso del disegno di legge di quel porco bastardo di Riccardo Levi e chi lo manda è che girando allarmato e inferocito sono finito qui... SIETE DEI GRANDIIIII!!!!! vi aggiungo e linko ovunque e in culo a tutte quelle merde che vogliono portarci a livello Birmania-NordCorea.

non avrei mai immaginato che sarebbero arrivati a tanto proprio da questo governo, che è pieno di esseri spregevoli come il ceppalonico, ma pensavo sempre meno dittatoriale di quello del nano!
Cosa fare? intanto firmare la petizione on line e passare il + possibile parola... secondo scendere in piazza.. terzo è meglio che nn lo dico, ma se continuano così voglio sperare che non reagiremo come pecoroni da macello come al solito, ma cominceremo a incazzarci davvero!!!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Guardate:
http://www.antoniodipietro.it/

No. Io non invito gli Italiani a non votare più. La colpa è proprio dell'elettorato, anche di chi si astiene, se FI è al 25% e IDV al 5% e non il contrario, se Prodi, e non Di Pietro, vinse le primarie dell'Unione, o se c'è ancora chi sostiene che Tangentopoli fosse tutta una invenzione di "toghe rosse".

Io vorrei DI PIETRO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. Poi magari qualcosa come: Marco Travaglio ministro di Giustizia (visto che può farlo un giornalista - o De Magistris quando avrà finito la sua opera e se non ce lo ammazzano prima - ) Piero Angela alla ricerca scientifica, Dario Fo o Enrico Mentana alle telecomunicazioni, Santoro direttore di RAI1 al posto di Del Noce, Beppe Grillo (...è condannato, non può e non vuole fare il parlamentare...) su RAI2 al posto di Mazza ecc....
E il "povero" Mastella? Se un tale governo arrivasse al 51%: una volta tanto all'opposizione, in compagnia di tutti gli altri ricattatori.
O meglio ancora: in galera!!! :-)

FIAT LUX ha detto...

ECCO PERCHE' CI VOGLIONO TAPPARE LA BOCCA:

http://www.endedtime.altervista.org


FIAT LUX !!

Anonimo ha detto...

Ma è possibile che 60.000.000 di persone siano soggette a 900 teste di cazzo che NON ci rappresentano, basta cn questa cazzata, e che mirano solo ad arricchirsi? Si deve agire con la forza, siamo 60.000.000 contro 900 nessuno lo capisce questo.

Anonimo ha detto...

GUARDATEVI i film

V per Vendetta

Fight Club

prendiamo appunti e iniziamo la nostra
V-revolution.

Le azioni (sporke, illecite) le hanno FATTE LORO ora è tempo delle NOSTRE REAZIONI.

OPEN YOUR EYES!!!!!!!!!!!!!!!

www.beppegrillo.it

Anonimo ha detto...

PARLO CON MASTELLA, MINISTRO DELLA GIUSTIZIA.

IO HO ONORATO L'ITALIA ED IL TRICOLORE NEGLI ANNI '80 IN MISSIONI ALL'ESTERO, ERO FIERO DEL TRICOLORE DELLA DIVISA CHE INDOSSAVO E DEL MIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SANDRO PERTINI.
OGGI CARO SIGNOR MINISTRO, MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANO.
E GLIELO DICO DI TUTTO CUORE.
SIAMO LA SCHIFEZZA DELL'EUROPA.
A.G.

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !
eXTReMe Tracker