venerdì 5 ottobre 2007

Pecunia non olet

Cari amici cloni e non cloni, oggi parliamo di vil denaro. Poiché il nostro amico censore si è lamentato del suo magro stipendio, anzi dovremmo dire stipendi visto che, da genio della politica quale lui è, il Ceppalonico si può permettere di ricoprire più cariche allo stesso tempo. Quindi cominciamo con l´occuparci della miseria che percepiscono i Senatori della nostra amata Repubblica. Che c´entra? Come che c´entra? Ma non avete letto qua sopra? Guardate che Mastella non è solo ministro, ma è anche sindaco di Ceppaloni e senatore appunto (sempre rigorosamente in lettera minuscola). Tre al prezzo di uno! Mica scemo! Ma in fondo il nostro amico Mastellino i soldini che guadagna se li merita fino all´ultimo centesimo, sta svolgendo un lavoro egregio sia come ministro, sia come senatore e sia come sindaco. Non siete d´accordo? Per caso avete qualcosa da ridire???

Prima di chiudere ringraziamo velocemente Arnaldo per la vignetta di oggi e tutti coloro che continuano a mandarci attestati di solidarietà. Per ora sembra che stiamo riuscendo a rimanere online e questo è anche merito vostro. Teniamo duro tutti insieme!

I dati che sono riportati qui in basso sono stati presi dal sito ufficiale del Senato



Trattamento economico dei Senatori



La principale voce delle competenze spettanti al parlamentare è l'indennità, quella che nel linguaggio comune è definita "stipendio". Seguono la diaria e i rimborsi: per le spese inerenti lo svolgimento del mandato parlamentare, per le spese accessorie di viaggio e per le spese telefoniche.

Completano la scheda le voci sull'assegno di solidarietà (cioè il trattamento di fine mandato), sulle prestazioni previdenziali e sanitarie e sui trasporti.



Indennità parlamentare


(...) L'indennità è corrisposta per 12 mensilità. L'importo mensile spettante nel 2007 è pari a 5.613,59 euro al netto della ritenuta fiscale (€ 4.015,18), nonché delle quote contributive per l'assegno vitalizio, per l'assegno di solidarietà e per l'assistenza sanitaria. Nel caso in cui il Senatore versi anche la quota aggiuntiva per la reversibilità dell'assegno vitalizio, l'importo netto dell'indennità scende a 5.355,46 euro.



Diaria



Viene riconosciuta, a titolo di rimborso delle spese di soggiorno a Roma, sulla base della stessa legge n. 1261 del 1965.
La diaria ammonta a 4.003,11 euro mensili. Tale somma viene ridotta di 258,23 euro per ogni giorno in cui si svolga almeno una seduta dell'Assemblea con votazioni qualificate e verifiche del numero legale, se il Senatore non partecipa almeno al 30 per cento delle votazioni effettuate nell'arco della giornata.



Rimborso delle spese per lo svolgimento del mandato parlamentare



A titolo di rimborso forfettario per le spese sostenute per le attività e i compiti connessi con lo svolgimento del mandato parlamentare, è previsto un contributo mensile di 4.678,36 euro, in parte (35% pari a 1.637,43 euro) erogato direttamente al Senatore ed in parte (65% pari a 3.040,93 euro) erogato al Gruppo parlamentare di appartenenza.



Spese di trasporto e spese di viaggio



I Senatori usufruiscono di tessere per la libera circolazione autostradale, ferroviaria, marittima ed aerea per i trasferimenti sul territorio nazionale.
Per i trasferimenti dal luogo di residenza a Roma, è previsto un rimborso spese forfettario, il cui ammontare annuo è pari a 15.379,37 euro, per il Senatore che deve percorrere fino a 100 km per raggiungere l'aeroporto o la stazione ferroviaria più vicina al luogo di residenza, ed a 18.486,31 euro se la distanza da percorrere è superiore a 100 km. Per i Senatori residenti a Roma ed eletti in collegi del Lazio, il rimborso è corrisposto nella misura di 7.689,68 euro.



Spese telefoniche



I Senatori dispongono di una somma annua di 4.150 euro per le spese telefoniche, inclusi i servizi di connettività.



Assistenza sanitaria integrativa



E' previsto il rimborso delle spese sanitarie ai Senatori (anche cessati dal mandato ovvero ai titolari di trattamento di reversibilità, nonché ai rispettivi familiari) iscritti al servizio di Assistenza Sanitaria Integrativa, nei limiti fissati dal Regolamento e dal Tariffario che disciplinano tale Assistenza. Gli iscritti versano un contributo commisurato alle competenze mensili lorde (i Senatori in carica il 4,5% pari a euro 540,27; i titolari di assegni vitalizi il 4,7% dell'importo lordo) e quote aggiuntive per i familiari.



Assegno di solidarietà (a fine mandato)



Il Senatore versa mensilmente al Fondo di solidarietà il 6,7 per cento della propria indennità lorda, pari ora a 804,40 euro. Al termine del mandato parlamentare, il Senatore riceve l'assegno di solidarietà (anche denominato "di fine mandato"), che è pari all'80 per cento dell'importo mensile lordo dell'indennità, moltiplicato per il numero degli anni di mandato effettivo (o frazione non inferiore ai sei mesi).



Assegno vitalizio



Anche in questo caso, il Senatore versa mensilmente una quota - l'8,6 per cento, pari ora a 1.032,51 euro, piu il 2,15 per cento, come quota aggiuntiva per la reversibilità, pari a 258,13 euro - della propria indennità lorda, che viene accantonata per il pagamento degli assegni vitalizi, come previsto da un apposito Regolamento approvato dal Consiglio di Presidenza.
In base alle norme contenute in tale Regolamento, recentemente modificato, il Senatore cessato dal mandato riceve il vitalizio a partire dal 65° anno di età, purché abbia svolto il mandato parlamentare per almeno 5 anni. Il limite di età è ridotto di 1 anno per ogni anno di mandato oltre il quinto, fino al limite inderogabile di 60 anni.
Lo stesso Regolamento prevede la sospensione del pagamento del vitalizio qualora il Senatore sia rieletto al Parlamento nazionale ovvero sia eletto al Parlamento europeo o ad un Consiglio regionale. (...)


66 commenti:

Anonimo ha detto...

Alla fin della fiera quanto prende al mese lo scalda-sedie ceppalonico, al netto delle imposte e per tutte e tre le cariche ??? Sarei curioso di saperlo!

damiano ha detto...

però la moglia fa un ottia zuppa di pesce....a detta della melandri!!!

mastella sei peggio di demichelis!!!almeno lui andava a puttane e nn faceva il finto cattolico....vergogna

Anonimo ha detto...

http://it.notizie.yahoo.com/rtrs/20071005/tts-mastella-difesa-annozero-ca02f96_1.html

Povero idiota...

Maurizio ha detto...

Il nostro ministro di grazia e 'Ndrangheta, è riuscito persino a sentirsi "Offeso" dalla trasmissione Anno 0 andata in onda ieri sera, sul caso DeMagistris!

Si è sentito offeso... Lui!

I calabresi invece lo ringraziano sentitamente del suo "particolare" interesse verso un magistrato coraggioso...

Vergogna Mastella! Vergogna!

Maurizio
Zigolo.net

Anonimo ha detto...

ah...arrestato per direttissima il personaggio che mandò alla deriva il panfilo di della valle con mastella a bordo....

22 o più parlamentari condannati in via definitiva percepiscono lo stipendio pagato da noi....

come disse il grande Magnotta "mi shcrivo a li terroristi"...ahahah

Osteria dei Satiri ha detto...

è vergognoso!
vi invito a leggere La Casta di Stella-Rizzo...
così potete indignarvi ancora di più...

Max

Anonimo ha detto...

Ragazzi, spero che non chiudano questo blog altrimenti sarebbe la fine della democrazia. Ma queste cose succedono solo in Italia. Come solo in Italia è possibile che Mastella sia ministro della giustizia. Comunque dovessero chiudere questo blog, sono con voi per farne nascere un milione di nuovi. È una vergogna. Mastella anch'io ti odio! E dategli più tutela poverino. Ma quand'è che quei minchioni del governo si decideranno a non sottostare ai suoi diktat?! Avete notato che sul suo odioso blog nemmeno gli amici lasciano più commenti?

Anonimo ha detto...

Facciamo una bella colletta per mastella ecchediamine. Poverino, deve mantenere una famiglia. Certo, la moglie è impiegata dallo stato. Beh, si i figli lavorano nello stato anche loro. Ma ragazzi, chi siamo noi per giudicarlo? Siamo forse persone?
JB

Anonimo ha detto...

fonte EUROISPES
siamo i cittadini meno pagati d'Europa mentre I politici sono i più pagati, sempre d'Europa.
Solo questo basterebbe per scendere in piazza e restarci fintanto che non la finiscono di prenderci per il c***

kontrasto ha detto...

che poi c'è da notare che si tratta di leggi del 1965!! :|

Anonimo ha detto...

Se non sbaglio prende anche la pensione di giornalista, non ne sono sicuro però. Mi leggo la Casta x conferma :)

valentino ha detto...

Le dimissioni di Mastella sono oramai improcrastinabili. Non è lecito per un Ministro minacciare in una conferenza stampa la Rai, i giornalisti e i magistrati. Non è lecito che un Ministro insulti l'intelligenza degli italiani ogni volta che apre bocca.
Si dimetta da Ministro!

Anonimo ha detto...

Credo che la nostra democrazia sia alla frutta.
Mastella è l'altra faccia di Berlusconi. Raccoglie nelle sue liste tutti e di più, soprattutto i trombati dalle altre liste, pur di restare al potere. Credo che l'indecenza non ha più limiti, con ci sono più valori "POLITICI SERI", soltano il vil denaro, a discapito della gente normale che cerca di vivere onestamente la propria vita.
E' meglio che espatri all'estero, così come fece all'epoca Craxi.

Anonimo ha detto...

Senato: bocciato blocco stipendi
ANSA) - ROMA, 4 OTT - I senatori non si bloccano lo stipendio: un no bipartisan ha travolto due emendamenti 'anti-casta' presentati dal leghista Calderoli. Presentati durante la discussione sulla nota di variazione del Dpef, gli emendamenti impegnavano il governo a fermare per sempre gli aumenti automatici degli stipendi dei senatori, e riguardavano (il secondo) la riduzione del numero di ministri e sottosegretari. Il centrosinistra ha votato no ma, a sorpresa, lo ha fatto anche il centrodestra, Lega compresa

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/italia/news/2007-10-04_104131889.html

Anonimo ha detto...

Basta!! Non se ne può più.
Ha affermato nelle accuse lanciategli dall'espresso (vedi http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/cronaca/pm-catanzaro/mastella-attacca/mastella-attacca.html)
che adesso :"Ho pronta una querela che costerà qualche miliarduccio"...
Capito il messaggio ragazzi.
Qui siamo alle intimidazioni belle e buone, chi si lamenta finisce in tribunale e sul lastrico.
Questo è un tipico sistema mafioso, non c'era assolutamente bisogno di dire una cosa del genere in una intervista, questi sarebbero fatti suoi, e invece, "mezza parola", a chi vuole capire capisca.
CHE SCHIFO!! VATTENE MASTELLA!!!

Anonimo ha detto...

Scusate ecco il link completo:
http://www.repubblica.it/2007/09/
sezioni/cronaca/pm-catanzaro/
mastella-attacca/mastella-attacca.html

mezzojameson ha detto...

vi ho dedicato un post (se può servire)

salot' mezzojameson

dOOx ha detto...

Resistere, resistere, resistere!

Ho dedicato un post a voi e ad AnnoZero, l'ho chiamato "L'editto di Ceppaloni": riuscirà questa sinistra a copiare anche l'ormai celeberrima iniziativa censoria di Silvio contro Santoro?

www.hangingblog.blogspot.com

Anonimo ha detto...

BASTA AVETE ROTTO IL CAZZO! la destra fa SCHIFO.. la SINISTRA fa ancora PIU SCHIFO... MASTELLA FA PIU SCHIFO DELLA DESTRA E DELLA SINISTRA MESSE INSIEME!!! è il simbolo della politica arraffona:
- si piazza al centro fregando milioni in stipendi e passando da una parte all'altra
- è un idiota l'unico modo che ha trovato per risolvere il problema delle carceri sovraffollate è stato cacciare fuori i criminali
- è un mezzo mafioso
LA GENTE E STANCA BASTA BASTA CARO MASTELLA INVECE DI LAMENTARTI DELLE VALANGHE DI INSULTI CHIEDITI PERCHE FAI COSI SCHIFO ALLA GENTE E VATTENE A FANCULO!!!

Anonimo ha detto...

Provo un infinito SCHIFO

Anonimo ha detto...

Direttamente su MASTELLA.
Buon lavoro!

Anonimo ha detto...

Guardate che Sandra Lonardo (moglie del Mastellone)ha imparato l'arte, portando un pò di tempo fa una schiera foltissima di delegati in America, spendendo una fortuna.
Naturalmente i soldi li abbiamo messi noi

Anonimo ha detto...

I POLICI HANNO ROTTO. Ormai è venuto meno qualsiasi legame di fiducia tra Stato e Istituzioni.

Gente incapace che cerca il sostentamento aggrappandosi alle Istituzioni pagate dai cittadini.

Nasruddin ha detto...

Aperta la NetTV dei I Cloni di Mastella: facciamo vedere di cosa è capace la casta quando fa i suoi migliori show in tv.
In arrivo anche le dirette...!
Clonate clonate clonate su http://iononodiomastellamamifalostessocagare.blogspot.com

info ha detto...

Prima scrivevamo i commenti quì, e non vedendoli pubblicati li RIPETEVAMO su "altri" blog più democratici (e appunto per questo, sotto accusa, caro Ministro.)

Vedendo che Lei non pubblica praticamente più nessun commento, li stiamo scrivendo DIRETTAMETE su altri blog.

La invitiamo quindi, qualora fosse interessato al nostro parere sugli argomenti che pubblica, a visitare GLI ALTRI BLOG per leggere le risposte.

Marco ha detto...

Vorrei segnalare il SONDAGGIO: "Al di là dell'indulto, ritenete che Mastella sia un buon Ministro della Giustizia?"

Sono curioso di vedere i risultati!

Per votare, ecco il sito: http://senzanome.leonardo.it

Oppure cliccate sul mio nome per il collegamento diretto.

Mr.Segnalatore ha detto...

Scusate il disturbo…

VI INVITO A VOTARE IL "SONDAGGIO" DI OGGI SUL MIO BLOG: "Favorevole o contrario alla richiesta di oscuramento del blog proposta dal Ministro Mastella?”

Tutti naturalmente possono votare e commentare...



Il Segnalatore Blog
http://ilsegnalatore.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Nel 1982 Fortis cantava così... e i Romani non erano gli abitanti di Roma, ma i nostri dipendenti.

E vi odio voi romani, io vi odio tutti quanti,
brutta banda di ruffiani e di intriganti,
cammuffati bene o male, da intellettuali e santi,
io vi odio a voi romani tutti quanti.

Siete falsi come Giuda, e dirvi Giuda e' un complimento,
e vivete ancora adesso avanti Cristo,
e trattate gli altri come i vostri nonni coi cristiani,
io vi odio a tutti quanti voi romani.

"Mamma lupa - poveretta - si e' svenata con i denti"
il giornale ha riportato con stupore:
"non poteva sopportare che il suo popolo invasore
diventasse una colonia di invadenti".

E vi odio a voi romani, io vi odio tutti quanti,
distruttori di finanze e nati stanchi,
siete un peso alla nazione, siete proprio brutta gente,
io ti odio grande Roma decadente.

Sui tombini delle fogne, come tanti scudi antichi,
ci scrivete ancora SPQR,
ma guardatevi, a dottori, siete molli come fichi
e poi andiamo, non e' piu' tempo di guerre.

E vi odio a voi romani, io vi odio tutti quanti,
brutta banda di ruffiani e di intriganti,
cammuffati bene o male, siete sempre farabutti,
io vi odio a voi romani, vi odio tutti

Anonimo ha detto...

Un solo coro si alza con voce

netta , ma non troppo forte ,

dalle piazze italiane :


Dai Mastella.VAFFANCULO!!!!

DAi MAstella...VAFFANCULO!!!!

DAI MAStella....VAFFANCULO!!!!

DAI MASTella.....VAFFANCULO!!!!

DAI MASTElla......VAFFANCULO!!!!

DAI MASTELla.......VAFFANCULO!!!!

DAI MASTELLa........VAFFANCULO!!!!

DAI MASTELLA.........VAFFANCULO!!!!

Raga non scordiamoci mai anche gli

altri politici è.....sono

colpelovi quanto il nostro

clementino se non di + forse...non

stupidi quanto lui è sicuro :)

ZigoZago ha detto...

Mastella sei riuscito a entrare nella prima posizione delle persone che mi stanno più sulle palle,scavalcando anche il piccolo Silvio che occupava indisturbato la prima posizione da anni!
Bravo il Ceppalongoide!!!
Salutami Cuffaro......MERDA!!!!

Anonimo ha detto...

Rif.
Direttamente su MASTELLA
Non vorrete mica lasciarlo solo al quarto posto spero!!?!!? Scusate, ma mi sto divertendo un sacco!!!

5 ottobre 2007 14.54

Anonimo ha detto...

MASTELLA mi fai quasi pena. Con tutto quello stress avrai perso parecchi kg.

Riguardati e se a fine mese non riesci a pagare il mutuo agevolato,chiedi aiuto a noi del blog.

Anonimo ha detto...

Anonimo del Vaffanculo sei 1 idolo......Mandiamo una mail a Grillo e chiediamo se si organizza un Vaffa day for Clementino???da fare assolutamente!!!

Hai ragione comunque , adesso l'accanimento è molto su Mastella....ma xkè è un povero leso....è nella merda fino al collo e continua a dire che è pulito..almeno stesse zitto...

Anonimo ha detto...

Ma questa è la casa del Ceppalonico?

http://snipurl.com/1rsul

Anonimo ha detto...

Ma cosa ci si puo'aspettare da un ex della Democrazia Cristina come lui....

Anonimo ha detto...

Mastella sei un pupazzo! Dimettiti bastardo!

blogman ha detto...

non c'è solo mastella:
http://ilblogdistepniak.blogspot.com/

luca ha detto...

Io non sono un ragioniere ma, così per curiosità, ho provato a risalire dalla cifra versata come "fondo pensione" (Assegno di solidarietà, che detto così fa anche ridere) allo stipendio reale... come disse qualcuno: "si sbalio mi corigerete" ;-)

se 804,40 Eu/mese son pari al 6,7% del lordo, significa che il 100% lordo è (804,40/6,7)*100 = 12.005,97 Eu/mese (e stiamo parlando solo dell'Indennità, non della Diaria o dei rimborsi forfettari).
(nota: quello che il ceppalonico (e con lui tutti gli altri senatori) versa come "fondo pensione" corrisponde allo stipendio medio di un co.co.pro. di quelli che si leggono in Schiavi Moderni di Grillo)

Facciamo finta (e mi viene da ridere) che il 50% se ne vadano in tasse (ma le pagano?): avremmo comunque 6.003 Eu/mese netti.
Cifra molto simile ai 5.600 Eu/mese descritti in Indennità (con 4.015 Eu/mese di tasse).

Poi aggiungiamo la Diaria, 4.003 Eu/mese (esentasse?).
Fa 10.006 Eu/mese (netti).

Poi aggiungiamo il rimborso spese, forfettario, così lo prendono anche se non hanno spese: 4.678,36 Eu/mese.
Fa 14.684,36 Eu/mese.

Poi aggiungiamo il rimborso delle spese di trasporto e viaggio: anche se ha le palazzine in centro a Roma, Clemente sicuramente dovrà arrivare da Ceppaloni (o quanto meno fingere di farlo): sono 248 km, quindi 18.486,31 Eu/anno o 1.540,53 Eu/mese (niente male: per prendere un mezzo che paghiamo già noi :-D).
Fanno 16.224,89 Eu/mese

Finisce qui?.. no: abbiamo le spese telefoniche (ovviamente a forfait): 4.150,00 eu/anno o 345,83 Eu/mese.
Fanno 16.570,72 Eu/mese

Non so come si calcoli il rimborso spese relativo all'assistenza sanitaria integrativa, se cioè percepiscano soldi o un versamento di qualche genere (l'ho detto che non sono un ragioniere no? ;-))

Bon... per il momento, salvo rettifiche, siamo a 16.571 Eu/mese o 198.850 Eu/anno netti, arrotondando... e questo solo con lo stipendio (oops... l'indennità) da Senatore (e presumendo un prelievo fiscale di c.ca il 50%).
Poi ci sono eventuali altre attività perchè, si sa, il lavoro di ministro è così leggero che si possono avere anche altre attività.

Confrontato con il livello medio di stipendi percepiti in Italia e, soprattutto, con le boiate che dicono (boiate che paghiamo noi, ed ora sappiamo anche quanto)... è... vergognoso?.. ridicolo?.. altro?..

FABIO ha detto...

VERGOGNA .... e per tutti questi anni i mezzi di informazione mai hanno dato notizie su questo scempio degli stipendi dei parlamentari.... secondo me qualcosa sta cambiando! sapere è potere ! grazie internet

severino cicerchia ha detto...

cmq con la scusa di mastella ci sono troppi fasci di merda che alzano la cresta.
fasci di merda, ricordatevi che voi siete stati e siete sostenitori dello psiconano! quindi siete delle merdacce!

Rosa ha detto...

Il problema non è quanto prendono i parlamentari, il problema è quanto NON spendono. Il lavoro serve per procurarsi da mangiare, per pagare le bollette del telefono, per pagare la benzina, ecc. Più che confrontare gli stipendi o i rimborsi vari occorrerebbe fare un confronto tra il bilancio (ricavi meno costi)(va bene anche familiare) di questi signori e uno di un povero impiegato qualunque. A noi in tasca rimangono pochi euro e a loro?

Anonimo ha detto...

Per saverino Cicerchia:

non ti preoccupare, ma i mafiosi sono BIPARTISAN, leggiti un po' i Complici di Abbate, e vedrai quanta bella gente anche dei DS e del Centrosinistra ha fatto affari con la Mafia...
Sei in buona compagnia se vivi in Sicilia (insieme a Forza Italia, Udeur etc).

paganesimo ha detto...

in effetti bisogna fare i complimenti a mastella: la vergogna è uno dei sentimenti più forti. basti pensare a quante volte ci blocchiamo o ci deprimiamo a causa della vergogna. grande mastella!

Anonimo ha detto...

QUESTI TIZI INUTILI, CHE FANNO SOLO I LORO INTERESSI, A CHE SERVONO? SECONDO IL MIO MODESTO PARERE IL LORO NUMERO E' SPROPORZIONATO .ANDARE ALLE CAMERE E' COME VINCERE LA LOTTERIA, UNA FONTE DI GUADAGNO ILLIMITATO, UN POTERE ILLIMITATO SU TUTTI E SU TUTTO.E' ORA DI FINIRLA CON TUTTI QUESTI PRIVILEGGI!LORO CHIEDONO A NOI POPOLO SACRIFICI E LORO VANNO A VEDERSI IL GRAN PREMIO CON L'AEREO DI stato(VOLUTAMENTE IN PICCOLO)IN FONDO NON DIMENTICHIAMOCI CHE COME DICE IL SAGGIO GRILLO LORO SONO NOSTRI DIPENDENTI E DEVONO DARCI CONTO DI TUTTE LE LORO AZIONI E DI TUTTE LE LORO SPESE

Bios ha detto...

Ed io che guadagno 1200 euro al mese, con 600 euro di mutuo...! Porca paletta!!! E qst strosi che si permettono anche di lamentarsi... io li manderei tutti a casa!!!!

Anonimo ha detto...

POLITICI TUTTI
VERGOGNATEVI.
I LAVORATORI arrivano a malappena alla seconda settimana del mese, mentre voi senza esclusione di alcuno, siete tutti una consorteria che hanno un solo padrone, il denaro, in un mese guadagnate più di un onesto lavoratore che in un anno con tredicesima e straordinari vari non raggiugerà mai la vostra paga mensile. Per non parlare poi della vostra megapension.
Ma tutti voi ci volete bene, avete cura degli ammalati, dei poveri, dei lavoratori, dei cassintegrati che quando le cose vanno bene e merito degli industriali, intanto loro comprano, ville, giardini botanici, panfili, aerei personali, quando i conti vanno male e sempre per colpa dei lavoratori che facimente si ritrovano con una famiglia sulle spalle e senza un soldo.
Dulcis in fondo, voi parlamentari (parole) avete pure diritto ad avere un coputer portatile un giorno prima della fine del mandato e per l'acquisto vi viene assegnato un contributo di 5.000 €.
i viaggi aerei, i voli exstra, i treni gratis, il buono pasto il barbiere.
NON VI SOPPORTIAMO PIU'.

Paolo ha detto...

Paolo ha detto...
Il ministro della Giustizia Clemente Mastella ha dichiarato questa mattina, nel corso della sua conferenza stampa, che se le notizie che lo riguardano nell'articolo "Il palazzo dell'ingiustizia" sono veritiere, si dimetterà da deputato. In caso contrario, ha chiesto che si dimetta da giornalista Riccardo Bocca, autore dell'articolo.

"L'espresso" ribadisce i seguenti punti:

1) Nell'articolo si spiega che il ministro Mastella ha controfirmato con il ministero dell'Interno una convenzione nel "Patto Calabria sicura" per l'assunzione di 60 operatori per gli uffici giudiziari e le Procure delle zone di Lamezia Terme, Gioia Tauro e della Locride.

2) "L'espresso" ha spiegato che senza gara pubblica, ma con una trattativa privata multipla, l'incarico di selezionare il personale è stato affidato alla società Worknet Spa.

3) "L'espresso" ha svelato che il responsabile della filiale di Reggio Calabria, che ha svolto parte delle selezioni, si chiama Bruno Idà, arrestato lo scorso febbraio all'interno delle indagini sul traffico di carne infette del clan di 'ndrangheta Iamonte, e presente nelle intercettazioni che riguardano il manager Antonio Saladino, indagato dal pm Luigi De Magistris nell'inchiesta Why not.

4) "L'espresso" ha specificato che le selezioni nelle filiali di Lamezia Terme e Catanzaro sono state seguite dall'ufficio commerciale della Worknet e da Nadia Di Donna, secondo gli investigatori braccio operativo di Antonio Saladino (che nelle intercettazioni la chiama «Nadiuccia»)

5) L'espresso" ha ricordato che in un'intercettazione il ministro Mastella chiamava amichevolmente Antonio Saladino «Tonì», e veniva da lui chiamato «Clemente».

Tale è la gravità dei fatti, che il prefetto di Reggio Calabria, Francesco Musolino, dopo l'anticipazione dell'articolo, ha dichiarato: «Le notizie recentemente acquisite mi inducono a prevedere immediatamente una radicale verifica delle procedure seguite per l'appalto in questione, non escludendo l'adozione anche di provvedimenti drastici fino alla rescissione del contratto». Quanto al ministro Mastella, ci aspettiamo che mantenga l'impegno preso in conferenza stampa.

Anonimo ha detto...

bè, considerando che sono stagista da quasi un anno e mi faccio il culo gratis... MASTELLA VAFFANCULO!!!

lukas ha detto...

non c'è solo mastella ... guardatevi questa che vorrebbe essere "nuova"!
http://ilblogdistepniak.blogspot.com/2007/10/michela-vittoria-brambilla.html

Anonimo ha detto...

Pensavo tra me e me. E' giusto che i politici abbiano stipendi molto alti. Pensa a qto guadagna un amministratore delegato di un'azienda di dimensioni nazionali. Poi, quanti incentivi alla corruzione, se chi chiede il tuo aiuto o il tuo silenzio guadagna 100 volte il tuo stipendio.
So che è ingiusto se penso allo stipendio di un operaio, ma in fondo ha senso che un parlamentare abbia un certo tipo di trattamento, poi certo si può discutere di privilegi connessi etc.
Quello che mi chiedo è: è veramente necessario che esista un apparato burocratico ti tali dimensioni? è giusto che le regole che governano i politici, siano fatte degli stessi? Quanti politici hanno i requisiti di "onorabilità, professionalità..." richiesti dalla carica? chi controlla se tali requisiti sn rispettati? Amaro. Penso che infondo li votiamo noi. Non riesco ad immaginare che ci siano tanti "ingenui" in Italia. Come si fa a votare uno che indagato per... come si fa ad andare in tv e dipingersi vittima se un mese prima carichi l'aereo e vai a Monza? Banana Republic? ci prendono per il culo in tutta Europa. anche a Riga mi prendevano per il culo parlando dei politici italiani. A Riga? cioè mi spiego?
scusate lo sfogo

Anonimo ha detto...

SAPETE PERCHE CEPPALONI SI CHIAMA COSI?PERCHE IN TEMPI PASSATI VI ERA UNA CEPPA DI LADRONI CHE ASSALTAVANO LE CAROVANE IN TRANSITO NELLO STRETTO DI BARBA E DA LI IL NOME CEPPA-LADRONI DIVENTATO POI CEPPALONI

ANTONIO ha detto...

VOGLIAMO DE MAGISTRIS A BENEVENTO....QUI C'è BISOGNO DI LUI PIU CHE IN CALABRIA

Anonimo ha detto...

Per quanto mi riguarda un politico potrebbe anche guadagnare 100.000 euro al mese, se portasse benefici al Paese. Non e' quanto guadagnano il problema, ma quanto poco fanno.
Passano il tempo a cazzeggiare in Parlamento e in giro per l'Italia a convegni, conferenze, ecc... ecc...
Poi quando sento Fassino che dice di rivalutare la figura politica di Craxi.......
la cosa che piu' mi fa arrabbiare e' che ho votato una coalizione che nei fatti si sta comportando molto peggio del centro-destra e che si impegna ogni giorno nel dare una stretta alle liberta' personali individuali.
Se accusata di arroganza la classe politica spera di uscirne rispondendo con piu' arroganza si mettono veramente, ma veramente nei guai.
Ormai l'incazzatura nella popolazione che paga le tasse e' fuori controllo; io mi auguro che le persone mantengano il controllo piu' dei politici, altrimenti siamo messi male

Anonimo ha detto...

Eccolo qua, l'inciucio censorio. Divisi su tutto ma uniti come una testuggine romana contro quella cosa orribile, puzzolente e putrida che è l'informazione e contro quei giudici che osano scoperchiare le loro malefatte o supposte tali.

Ricacciano Santoro dalla RAI, questa volta per lesa Mastella? Tutti d'accordo che ha esagerato, tranne la solita "sinistra radicale"? Minacce di sfiduciare il CdA RAI, che tra parentesi è ancora quello di Berlusconi perchè tanto nessuno aveva interesse a ripristinare l'obiettività dell'informazione nel servizio pubblico?

Per Santoro, costantemente trattato da fazioso, è quasi un onore, una patente bollata di obiettività. Uno che si facesse cacciare sia da Berlusconi che da Prodi rappresenterebbe un record mondiale e allo stesso tempo la riprova che questa politica fatta di compari d'anello che davanti alle telecamere litigano e dietro le quinte si baciano in bocca perchè accomunati dagli stessi interessi di bottega, fa sempre più schifo.

Ho già detto, giusto un anno fa, perchè non possiamo fare a meno di Santoro, nonostante possa piacere o non piacere.
E' il principio che deve essere difeso. In tv il politico non va per essere leccato e per fare il pulcinella dietro le scrivanie ma per rispondere del suo operato a giornalisti che non fanno agguati, ma domande. Se un giudice nel corso di un'indagine scopre pentole dove ribollono cose schifose che riguardano i politici ha il diritto di scoperchiare ed indagare, anche se Mastella poi si offende. E' una cosa ovvia dal Canada al Ruanda Burundi. In Italia no.

Anonimo ha detto...

La trasmissione tivvù Annozero lo tira in ballo in una puntata tutta centrata sul pm di Catanzaro De Magistris e lui, Clemente Mastella, spara a zero contro il Cda Rai (annunciando una mozione di sfiducia) e contro i vari Floris, Santoro, Travaglio e quella "sinistra gaudiente" che "volendo far fuori Prodi attaccano chi lo appoggia. Quello di ieri è stato un processo stalinista, un linciaggio. Ho ricevuto minacce molto serie alla mia persona. Chiederò al ministro degli Interni di vedere la tutela più adatta a me”.

Il ministro della Giustizia arriva alla conferenza stampa indetta per rispondere alle accuse di Santoro sul caso de Magistris (titolare di numerose inchieste su massoneria, politica e criminalità) in ritardo di pochi minuti. Nel calderone delle accuse ci finiscono un po’ tutti, ma prima di picchiare duro Mastella si commuove, ringrazia la famiglia di essergli vicino e tira fuori dalla tasca un fazzoletto di carta. Poi giù con il primo avvertimento, diretto alla sua maggioranza: “Se saltiamo noi, salta tutto il governo”. E la promessa di fedeltà al Presidente del Consiglio: “Noi saremo leali a Prodi fino alla fine. Poi decideremo democraticamente che fare. E’ questo che a una certa parte della sinistra non piace, mentre a noi non piacciono certi silenzi. Floris e gli altri stanno lavorando per il ritorno di Berlusconi”. Proprio a Floris, consiglia di fare luce sul collega Antonio Di Pietro, che a quanto pare, pure se la conferenza doveva parlare di magistratura e politica, “c’azzecca” sempre (come direbbe l’ex pm): “Anche questo moralizzatore ha preso l’aereo di Stato, perché Floris non lo racconta?”.

Mastella premette di non aver visto Annozero, sconfessando il contenuto di una intervista riportata stamani dal Corriere della Sera che descriveva, nel dopocena di ieri, un Guardasigilli incollato alla tivvù e spiega di essere oggetto di un linciaggio – “da quando ho lasciato una puntata di Annozero” - che partirebbe dal satirista per continuare con il vignettista passando per il giornalista e il commentatore. “Non ho mai chiesto censure - dice Mastella -, vengo dalla scuola cattolica per cui il dubbio è permanente. Dico ai consiglieri, e non è una minaccia ma una valutazione, che gli italiani avranno anche le scatole piene se ogni sera si parla di me piuttosto che dei problemi reali. O il Consiglio di amministrazione della Rai stabilisce delle regole di comportamento oppure attiveremo strumenti parlamentari sfiduciando questo Cda, non abbiamo alternative”.

Che abbia visto la trasmissione o no, l’intervista al pm di Catanzaro trasmessa ieri proprio non gli è piaciuta e nonostante avesse preannunciato di non voler parlare da ministro della Giustizia ma da cittadino e segretario politico, Mastella entra nel merito del caso de Magistris. “È giusto a tre giorni dalla decisione della sezione disciplinare del Csm sul suo trasferimento, che De Magistris parli in tv? Mi dispiace, non è un buon metodo: non si può mobilitare la gente poco prima di un giudizio. Questa mi pare un’intimidazione al Csm che deve giudicarlo. Gli ricordo che io ho fatto piazza pulita delle toghe lucane ordinando il trasferimento di vari magistrati. L'ho fatto perché bisogna fare piazza pulita dei magistrati che non vanno. Lui è da tre anni sotto ispezione, vuol dire che non ho iniziato io a occuparmi di lui”. Alla Forleo invece dice: “Ricordo al Gip che è stata lei a chiedere la separazione delle carriere dei magistrati e io mi sono battuto per evitarla”.

Ma ce n'è un po' per tutti. Di Santoro e Travaglio gli piacerebbe sapere quanto guadagnano. Della Borromeo vorrebbe leggere il curricula (“una ragazza di buona famiglia diventata velinista non so bene in base a quale concorso”, dice). Poi l’attacco all'Epresso: “Mi dimetto da parlamentare se è vero quello che dice Riccardo Bocca nel suo articolo sui palazzi dell’ingiustizia. Ma ho pronta una querela che costerà qualche miliarduccio all'Espresso perché quelle 60 assunzioni interinali nei tribunali della Calabria sono state decise dal prefetto e non da me. Non mi occupo di appalti. La notte voglio dormire tranquillo”.

Anonimo ha detto...

COME UN TRENO LANCIATO CONTRO L’INGIUSTIZIA! SIAMO AD OLTRE 56.000 FIRME ON LINE PRO DE MAGISTRIS

Kempeitai ha detto...

Ragazzi, il mastelloide sara' sempre piu' forte di noi: lui ha accesso alla stampa disinformatrice, lui hai i milioni (di euri!) lui ha fatto migliaia di favori che gli garantiranno per sempre la "certezza" della poltrona. Peccato, peccato, perche' l'Italia da un po' di tempo deve dimenticarsi di essere stata patria del diritto e delle leggi. Adesso è un teatrino e perdonatemi se uso le parole del psiconano.

Celtic Manu ha detto...

Mi viene da piangere e da vomitare insieme...
Bella la vostra iniziativa: bravi!

Non voglio occupare troppo spazio nei commenti: se vi va potete leggere la mia opinione in merito qui: diadhuit.splinder.com

Ciao!

Manu

Anonimo ha detto...

CASERTA, PENTITO ACCUSA FERRARO (UDEUR): MA MASTELLA SMENTI' LO SCORSO AGOSTO

Perquisizione nella redazione della Gazzetta di Caserta


Caserta - I carabinieri hanno bussato (e sono entrati) nella redazione della Nuova Gazzetta di Caserta (diretta da Beniamino Clemente) dopo un articolo pubblicato questa mattina su politica e camorra. In esclusiva sono state pubblicate le dichiarazioni del pentito della camorra marcianisana Michele Froncillo con le quali il boss ha affermato che il consigliere regionale dell'Udeur Nicola Ferraro sarebbe stato eletto anche grazie ai voti del clan. Circostanza smentita dallo stesso Clemente Mastella lo scorso agosto su L'Espresso vedi qui, tant'è che lo stesso Guardasigilli (nell'occhio del ciclone per il caso De Magistris) si è presentato qualche settimana fa presso un albergo del Casertano per ufficilizzare l'ingresso nell'Udeur di Angelo Brancaccio (arrestato in una diversa inchiesta sul comune di Orta di Atella) e alla quale era presente lo stesso Nicola Ferraro (al tavolo con Brancaccio e Mastella). Il fiduciario pro tempore della redazione Francesco Marino, a nome di tutti i colleghi della Nuova Gazzetta di Caserta, esprime solidarietà al giornalista autore dell'inchiesta (l'articolo è a firma di Massimo Urbani, uno pseudonimo a quanto pare) e stigmatizza l'atteggiamento di chi cerca di ostacolare un'informazione libera, che bada a raccontare i fatti e le verità, senza avere il timore di scoperchiare anche situazioni delicate. (6 ottobre 2007-21:15)

Anonimo ha detto...

ma chi glieli scrive i commenti a costui????

Anonimo ha detto...

"Il programma che con la mia squadra ho delineato sarà l’esito di questo mio nuovo inizio"
No, non è un ubriaco che parla.... è Mastella, mentre proclama al popolo il suo programma in qualità di sindaco di Ceppaloni. Vedi:
http://www.comune.ceppaloni.bn.it/viewart.php?idart=5

Anonimo ha detto...

Dal cannocchiale:
LEGGETE CHI E' MASTELLA.......

MASTELLA A FRATELLO BORSELLINO: HO VOLUTO IO PENSIONE PER FAMIGLIA
(Adnkronos) - "Dopo anni di inadempienze ho fatto concedere io la pensione alla famiglia Borsellino. Gli ricordo che, come vede, non disprezzo le persone per bene che hanno portato avanti un'idea di giustizia nell'ingiustizia". Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia Clemente Mastella nel corso della conferenza stampa presso la sede dell'Udeur rivolgendosi al fratello del giudice Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia. Il fratello di Borsellino era presente ieri sera alla trasmissione di Michele Santoro 'Anno Zero'.

Risponde dunque Borsellino:
"Voglio far notare in primo luogo al Ministro Mastella che non mi risulta di avergli mai contestato di disprezzare 'le persone per bene che hanno portato avanti un'azione di giustizia nell'ingiustizia' e se pensa che esista una ragione per la quale avrei dovuto farlo. In secondo luogo gli ricordo che, non essendo il sottoscritto ne coniuge ne figlio di Paolo Borsellino, ma bensì fratello, non può spettarmi alcuna pensione vitalizia e che questa viene in ogni caso assegnata dallo Stato e non 'concessa' dal ministro. In terzo luogo gli faccio sapere che il sottoscritto si è rifiutato di presentare la domanda di erogazione, da parte anche in questo caso dello Stato e non del ministro, della "provisionale", prevista dalla legge, che può essere richiesta dai familiari delle vittime di mafia che si costitiuiscano parte civile nel realtivo processo. Il sottoscritto ritiene infatti che compito precipuo delle Stato doverebbe essere, prima che l'erogazione di anticipo su un impossibile 'risarcimento', il rendere giustizia alle vittime della mafia".

Luna ha detto...

Dunque...io da qualche mese sono quasi all'oscuro di cio' che accade in Italia...a volte seguo spezzoni di programmi televisivi che affrontano la quantomai tragica situazione dell'Italia e deel popolo italiano...tasse che aumentano e stipendi che rimangono statici nella loro miseria...ma se di popolo italiano si tratta credo che allora i politici non si debbano considerare popolo italiano!
Ora...come puo' il popolo italiano farsi governare e gestire da persone che non vivono come loro?
Se gli italiani faticano ad arrivare a fine mese e per questo necessitano di aiuti...chi puo' aiutarli?Di certo non i politici italiani che di questi problemi non ne hanno dato che con ogni probabilita' loro non sanno neppure quanto sia faticoso fare il pieno ad una macchina, o quanto sia faticoso viaggiare in treno per risparmiare ma non per andare in vacamza ma semplicemente per mandare i figli all'universita'!
Dunque se in questo periodo il popolo italiano stenta ad arrivare a fine mese, per riuscire ad avere delle soluzioni bisognerebbe fare passare anche ai cari politici quello che sta passando la FAMIGLIA ITALIANA...perche' come diceva un comico di Zelig...e' bello fare i finocchi con il culo degli altri!!! e scusate la volgarita', che per me non lo e'...visto che e' soltanto un dato di fatto!
Scusate per la mia esposizione prolissa e per la poca chiarezza...ma pur andando di fretta volevo lasciare un segno del mio parere APARTITICO.
Buona vita a tutti e a tutti buona fortuna per il futuro!

Anonimo ha detto...

ANDIAMO AVANTI COSI'..QUALCOSA CAMBIERA'...ALTRIMENTI REVOLUTION!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Non dimentichiamoci che quella faccia da culo ceppalonica possiede anche un giornale,titolato con molta fantasia fallica "il campanile", come dire "il cazzone".
A quanto ammontano i finanziamenti elargiti a questo baluardo dell'informazione ? Finanziamenti pubblici peraltro.

Anonimo ha detto...

..e adesso...senza sapere niente della vita di un lavoratore,della strada,dei problemi ad arrivare a fine mese,della giustizia ( ? )...si e' svegliato con la prima frase che gl'e' venuta in mente-pene piu' severe per gli Ultras...pene esemplari per i delinquenti...-...a proposito di pene,qualcuno gle lo metterebbe in un bel posto dopo quello che ha fatto..prima i delinquenti li fa' uscire e poi chiede "maggiore sicurezza" ?? lui che e' ministro della giustizia dovrebbe pensare prima ai suoi processi e dei suoi colleghi politici..poi,se ne e' capace puo' parlare d'altro.Penso che la polizia,mai come ora,non si e' sentita cosi' sola per la totale assenza di chi la dovrebbe rappresentare,parlo anche di quell'altro fenomeno di Amato...fra' non curanza delle pene,tagli ai fondi per la sicurezza,certa gente dovrebbe vergognarsi a ricoprire certe cariche e ora..?..si sono tutti svegliati dal torpore..come ogni cosa..ci deve sempre scappare prima il morto e poi...ecco i nostri eroi difendere a spada tratta le loro forze dell'ordine...anche perche' non sanno come giustificare certe FOLLIE di taluni "rambo-polizziotti"..allora iniziano a delirare con decreti d'orgoglio,parole "forti"...( ? )...filmati.sdegni e misure ancora piu' restrittive..tutto questo per cancellare(ma la gente non dimentica mai) l'ennesima VERGOGNA!!!!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !
eXTReMe Tracker