martedì 23 ottobre 2007

Troppo bello per essere vero?


Probabilmente abbiamo cantato vittoria troppo presto. Da quello che si sente attraverso i poco affidabili media ufficiali sembrerebbe che Mastella voglia le dimissioni, ma non le sue, bensì quelle di Di Pietro. La motivazione? Ecco cosa dichiara il partito del Ceppalonico:

"...da settimane una componente della maggioranza parlamentare (Di Pietro e l'Idv, ndr) ritiene sbagliata la politica giudiziaria dell'intero governo. A tali ripetuti giudizi questa componente non fa seguire le conclusioni tipiche di una democrazia moderna e trasparente, e cioè il ritiro della propria delegazione da un governo di cui non si condivide la politica giudiziaria. Il Guardasigilli ha il dovere di determinare nell'odierno Consiglio dei ministri un chiarimento definitivo sulla linea che il governo ha sin qui seguito nella politica giudiziaria, chiedendo a ciascuno di ripristinare quella coerenza tra giudizi e comportamenti senza la quale non sarà più possibile mantenere in vita l'attuale coalizione. Qualora fosse disattesa questa richiesta di chiarimento, l'ufficio politico invita il Guardasigilli e la delegazione governativa ad assumere le conseguenti determinazioni e decisioni. L'Ufficio politico si augura che il senso di responsabilità istituzionale prevalga su tutto, così come giustamente ha osservato il capo dello Stato."
Questa vicenda mi ricorda un mio amico di infanzia che un giorno, giocando a pallone, fece un autogol clamoroso e di seguito pronunciò la più classica delle frasi: "adesso vado via perché non mi diverto più. Anzi, visto che la palla è la mia vai via tu e noi continuiamo a giocare".

E noi restiamo qui ad assistere sempre piú indignati di questa partita che si gioca sulle nostre teste...

P.S. Ci è giunta notizia che dei monaci birmani starebbero preparando cortei per esprimere la loro preoccupazione sulla situazione critica della democrazia in Italia.


43 commenti:

Alex ha detto...

ben detto.
ritroviamo i comportamenti pre-adolescenziali tranquillamente riportati nella politica italiana.
Tanti bambini in cerca di caramelle e da come stà,mastella di caramelle ne ha fatto una scorpacciata grossa.

Anonimo ha detto...

Siete degli illusi e non conoscete evidentemente il soggetto,il signor clemente mandera' all'aria il governo solo quando sara' piu che certo di approdare ad altro lido confortevole e con poltrona a vista (presidenze varie insomma) ma visto che come sta messo ora sa bene che e' nell occhio del ciclone,fara' di tutto per far calmare le acque,altrimenti in futuro co sta storia di catanzaro nessuno (nemmeno berlusconi..) avrebbe il coraggio di affidargli incarichi...date retta a me...a meno che di pietro non si decida (finalmente) a mandare prodi a casa.

Maurizio Di Cristofano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gigi rozzi ha detto...

51 MILIARDI DI EURO SPARTITI (SPARITI)


Fondi perduti
Ottobre 22nd, 2007

Spesi 51,2 miliardi di euro in sei anni, ma i risultati sono zero. Sono i numeri, sconfortanti, degli investimenti destinati allo sviluppo del Mezzogiorno dal 2000 al 2006. Lo rifersice un articolo de “La Stampa” che sottolinea che “a mettere nero su bianco questi due numeri distantissimi tra loro, in una ricerca durata tre anni, lunga mille pagine e commissionata dal Governo italiano, e’ un team di economisti della London School of Economics e della societa’ di consulenza Vision & Value”. Si tratta, sottolinea il quotidiano torinese, “di una cifra di circa quattro volte piu’ grande della manovra sul welfare che sabato ha portato in piazza circa 1 milione di persone”. L’immagine che viene fuori e’ quella di una sostanziale “autarchia” del Meridione d’Italia, spiega Francesco Grillo di Vision & Value, uno dei ricercatori che ha lavorato al progetto. Il Sud appare “tagliato fuori dalla globalizzazione”, completamente chiuso ai flussi degli investimenti, almeno al livello legale. Per il livello illegale il discorso, dice il quotidiano ” e’ ben diverso, ma non rientra tra gli oggetti della ricerca”.


I 51 MILIARDI DI EURO di contributiper lo sviluppo del SUD SPARTITI TRA MAFIA , POLITICI , "AMICI DEL QUARTIERINO" , VOTI DI SCAMBIO E SPRECHI.

QUALCUNO DEVE PAGARE!!!!!!!



LINK ALL'ARTICOLO DEL "LA STAMPA"

http://www.lastampa.it/redazione/
cmsSezioni/politica/200710articoli/26880girata.asp

Maurizio Di Cristofano ha detto...

Siamo ormai al limite del lecito. Mastella ricatta il governo per mettere a tacere la sua vicenda con DeMagistris.... inaudito!
Ormai costringe senza mezzi termini il governo a insabbiare tutta la vicenda, altrimenti lui fara' cadere il governo.

Ma stiamo scherzando? Ma siamo all'asilo? Questi sono i nostri rappresentanti?

GNE GNE GNE

State a vedere che tutta la vicenda verra' insabbiata, il governo rimarra in piedi e il clemente ne uscira' lindo e pulito a cavallo della sua poltrona.

vomito!

Anonimo ha detto...

mastella e' arrivato il tuo momento di lasciare definitivamente la poltrona e di ritirarti per sempre nel tuo piccolo comune, dove potrai tranquillamente continuare a fare il sindaco. 30 anni di vita politica sono troppi. Non e' giusto non dare spazio alle nuove generazioni. In altri paese dell'Europa i parlamentari, dopo due legislature, vanno a casa e per sempre. Tu, invece, sei li', comodamente, senza fare nulla, tranne che quello di essere a tutte le ora davanti alle telcamere, ma le gente e' stanca di te e ti prega calorosamente ed in modo educato, di DIMETTERTI e lasciare spazio ad altri migliori di te. Bye Bye mastella
Franco - BARI

Danilo ha detto...

Ma chi è stato quel genio che ha assegnato a Mastella il ministero della giustizia?? E' come nominare Moggi designatore degli albitri!! Prodi si prenda le sue responsabilità, perchè l'italia non merita di avere come ministro un politicante che come prima cosa ha pensato di regalare l'indulto. Mastella ma vaff....why not?

Hc ha detto...

E' PALESEMENTE UNA VERGOGNA.

"MASTELLA A GIUDIZIO!" "NO" "WHY NOT?" "BICOSSS.."

Anonimo ha detto...

MASTELLA VATTENE!!!! TANTO I SOLDI LI HAI GIA' FATTI! VERGOGNA!

Magari fosse vero....ma Mastella, come tutti, è legato alla sua bella poltrona che sia a destra o sinistra non importa tanto è uguale....
Anche se si dimettesse lo ritroveremmo da qualche altra parte come è successo con Andreotti...
Viva l'Italia viva la 'Repubblica'....

Gianni Rosa ha detto...

X DANILO:

L'equivoco parte da lontano. Quando Silvio Berlusconi e Romano Prodi affidano il ministero della Giustizia a Roberto Castelli e a Clemente Mastella, fanno la stessa scelta. Scelgono di rendere quel ministero se non asservito almeno innocuo. In nome dell'unico compromesso storico che dura negli anni, quello stipulato tra Stato italiano e criminalità organizzata. Nel migliore dei casi ognuno si fa gli affari suoi; nel peggiore, gli affari si fanno assieme.
Mastella come ministro di Giustizia può risultare più brillante e simpatico forse, ma non può vantare una credibilità superiore a quella del predecessore. Nessuno più di loro è adeguato a dare il volto a un sistema giudiziario che, in un paese realmente democratico e civile, avrebbe dell'incredibile: leggi volutamente ambigue, processi che si trascinano nel tempo e nei costi per finire prescritti, mancanza di omogeneità nella formazione di pubblici ministeri e giudici, incapacità o impossibilità di condurre indagini. Un disastro da qualunque prospettiva lo si guardi ad eccezione di quella di chi qualche reato lo ha commesso per davvero e di chi trae guadagno da questa enorme messa in scena.
In questo contesto chi prova a uscire dagli schemi è idealista, incauto o poco informato. In tutti e tre le eventualità va richiamato all'ordine. E' probabilmente il caso del pubblico ministero di Catanzaro Luigi De Magistris. Impegnato a Catanzaro nell'inchiesta "Why not" (che vede coinvolti alcuni magistrati lucani), è stato accusato dagli ispettori inviati dal Guardasigilli di gestione "macroscopicamente inadeguata" del suo ufficio e di "grave e inescusabile negligenza e inammissibile superficialità". Il Csm dovrà pronunciarsi l'8 ottobre sulla richiesta di trasferimento del pm avanzata dal ministro; stesso provvedimento chiesto anche per il procuratore capo Mariano Lombardi, colpevole di non aver vigilato sull'operato del suo pubblico ministero. Non c'è bisogno di attendere il giudizio del Csm su De Magistris e Lombardi per emettere il verdetto su Mastella. Si è presentato con l'indulto; ha aperto un blog; è salito sul podio di un gran premio di formula 1 dopo aver viaggiato su un aereo di Stato ma, a differenza del funzionario Riccardo Capecchi presente sul volo, non ha sentito l'esigenza di dimettersi; minaccia di far cadere il governo ma poi ribadisce puntualmente fedeltà. E' la sua parte, lo hanno messo lì apposta, quello deve fare, quello fa. Colpevole, ma sempre meno dei suoi mandanti.

Anonimo ha detto...

Speriamo queste "dimissioni" vengano effettivamente accettate, per dare un minimo di credibilità a tale gesto.
Parlamentari, "Ministri", Bugiari e ladri incalliti: spero cadiate tutti come birilli, o che qualcuno o qualcosa vi FACCIA CADERE DEFINITIVAMENTE!

MASTELLA: A CASA!!!!!!!!
NON HAI RUBATO GIA' ABBASTANZA????
PARLAMENTARI: A CASA!!!!!

Fux

angelica ha detto...

Figuriamoci se si dimette... E' il solito classico ricatto, o fate come piace a me o tutti a casa.
L'errore è stato, ab ovo, farlo ministro. E della Giustizia poi! Proprio vero che il buongiorno si vede dal mattino... Lì potevamo capire che destra o sinistra per noi poveri figli di N.N. non cambia niente.
In attesa dei monaci birmani, però, continuiamo a protestare: almeno vendiamo cara la pelle!

Anonimo ha detto...

Peccato non si possano postare commenti con le immagini!

Anonimo ha detto...

Daltronde ditemi cosa ci fa Livia Turco (per fare un esempio) a fare il Ministro della salute.
Sbaglio o il ministro dovrebbe essere il maggiore esperto e competente del suo mestiere,non che il suo ministero?
Livia Turco che ci fa nel ministero della salute?
L'ideale sarebbe un medico,chirurgo o qualsiasi altra formazione che abbia un senso nel ministero..e non venitemi a dire "il ministro non deve mica operare!" perchè se si vuole promuovere davvero quel ministero si cerca gente dell'ambito e strettamente competente.
Un bravo Lavoratore con forte sens organizzativo,perfetta cognizione nel suo ambito lavorativo e idee valide è un ministro papabile.
Mastella cos'è? un professoretto di filosofia deviato.
E Di Pietro (per farne un altro,di esempio) è ministro delle INFRASTRUTTURE,pur avendo una formazione da magistrato.

O Prodi si diverte a fare carnevale,dove non solo OGNI SCHERZO VALE,ma il re si traveste da servo e il servo da re..o quello che dice Gianni lassù è vero.

Dario ha detto...

Cmq, forse molti non sanno cosa sia il CSM, sta a questo organo decidere sul trasferimento, non a mastella! Non accanitevi per partito preso, se non conoscete l'oggetto del discorso, così è solo qualunquismo becero!

AvvocatoDelDiavolo ha detto...

da lasteccanelcoro.blogspot.com

Basta interviste Dott. De Magistris! Si candidi come deputato e facciamola finita.

Intervenendo ai microfoni di 'Viva voce' su Radio24 alla domanda: "Sarebbe pronto a candidarsi con l'Italia dei valori?", il Dott. Luigi De Magistris risponde: "Sono parole in libertà". "Io voglio fare il magistrato, amo questo lavoro e voglio continuare a farlo con dignità, spero di essere messo nelle condizioni di farlo in Calabria". http://notizie.alice.it/notizie/topnews/2007/10_ottobre/23/why_not,de_magistris:_csm_decida_presto,_troppi_si lenzi_colpevoli,13339630.html?pmk=nothpstr1 .Ok, Dott De Magistris , non è esclusa l'ipotesi di un seggio parlamentare per Lei.Ma allora perchè ha deciso di fare il magistrato? Concordiamo con Lei che fare il magistrato contro la crimininalità organizzata e contro la delinquenza non conduce alle interviste in TV e sulla stampa, nè ad un seggio in parlamento, ma magari alla morte ed ad una vita di terrore (vedi il 99% dei Signori Magistrati ,a cominciare dagli eroi Borsellino e Falcone).Sappiamo anche che ad inquisire i politici ,con indizi ed indagini della cui fondatezza aspettiamo rispettosamente le verifiche da parte di un Giudice, si rischia solo qualche chiamata in più dai giornalisti e ,magari chissà, qualche comparsata in TV.Noi speriamo ardentemente che Lei ci dimostri che la nostra supposizione ,circa il fatto che Lei entrerà in politica, sia solo una nostra maldicenza.Sa perchè lo pensiamo? Perchè Lei sembra che stia un pò seguendo la stessa "strada mediatica" dell'ex Giudice Di Pietro.Lei sembra , ma ci possiamo sbagliare, fare tutto il possibile per creare tensioni e dimostrare che Lei non può più fare il magistrato.Dato che Lei è sicuramente un preparato magistrato, perchè iscrivere Mastella nel registro degli indagati il 14 Ottobre ,quando ,codice alla mano, sapeva che per incompatibilità anche dopo pochi gg Le sarebbe stata sottratta l'indagine? Perchè non lo ha lasciato fare a chi avrebbe avocato l'indagine? Non vorremmo pensare, e non lo possiamo pensare, che Lei l'abbia fatto per creare ulteriori tensioni.Se Le piace fare il politico, esser noto o famoso, si candidi davvero con l'Italia dei Valori , o con qualunque altro partito, però , per carità di Patria, ci risparmi, magari in udienza come fece Di Pietro, la levata di Toga, simbolo del non poter più lavorare.Lasci la magistratura prima del tempo se vuol fare il politico.Mi permetta ,peròo sono dalla parte del 99% dei Magistrati che mi e ci tutelano dalla macro e micro criminalità.Quelli che ,al sol sentire un giornalista, rispondono "NO grazie, c'è il segreto istruttorio" e "NO grazie , io faccio il magistrato e lavoro nell'oscurità".Lasci stare i bossoli o il tritolo che vengono utilizzati da delinquenti professionali, non certo dai politici.Non credo personalmente a responsabilità penali del Sig. Ministro Mastella, e rispettosamente ne attendo la verifica da un giudice terzo;non credo sicuramente che l' andare contro i politici , Le faccia rischiare l'incolumità personale. Non lo vedo davvero Mastella che Le spara o La faccia sparare.Invece la storia ci insegna che andare contro la macro e micro criminalità può davvero fare rischiare la vita.Quello sì purtroppo.Ci perdoni ma il nostro esempio di magistrato è Paolo Borsellino (senza Dott. perchè un Eroe non lo si chiama con il titolo professionale).Dopo l'uccisione di Falcone sapeva che sarebbe morto e disse "mi sento come un cadavere che cammina" in una delle pochissime interviste che ha rilasciato..Avrebbe potuto candidarsi in qualunque partito politico ed avere salva la vita.Preferì immolarsi.Lui sì che rischiava e sapeva scientemente di farlo.Morì con il tritolo.

Esor ha detto...

E perchè secondo te il ministro mastella non influenza quest'organo a detta di chissà chi "indipentente"? forse tu Dario non sei consapevole del fatto che anche il CSM (di cui personalmente consosco le funzioni) è formato da persone il cui incarico è stato favoreggiato dalla politica.
La Corruzione arriva ovunque,sta di fatto che all'attivo "Why not" non è più inchiesta di De Magistris,altro che "facciamo decidere a chi di competenza".

Bennyraft ha detto...

TRANQUILLISSIMOOOOOOOOOOOOOOOOO..



Roma, 23 ott. (Adnkronos) - "Prodi
e' tranquillissimo? Lo sono anche io". Lo assicura Clemente Mastella arrivando a Palazzo Chigi per il Consiglio dei ministri. Ai cronisti che gli chiedevano se sia intenzionato ad arrivare fino in fondo con il chiarimento politico chiesto questa mattina dopo l'ufficio politico dell'Udeur, Mastella glissa: "Sapete che quando voglio parlare, parlo", si limita a rispondere e aggiunge: "Non sono un eroe, sono un poveretto di Ceppaloni. Non ho il sostegno di categorie o altro. Ho solo un po' di modesto consenso".



CAPITO IL PERSONAGGIO?!

Anonimo ha detto...

avvocato del diavolo quello è un tentativo di far ridere o cosa?
cos'è questo spezzone che incolli ovunque è il fulcro del disperato tentativo di difendere "il diavolo"?

De magistris è vivo certo,vuole fare il proprio dovere e certo questo è un problema. Evita di strumentalizzare il nome di quei magistrati,perchè furono lasciati soli,la stessa sorte che vorreste per De Magistris. Di Eroi in vita non ne conosco,forse perchè chi ha ancora la possibilità di parlare non deve assolutamente sembrare una persona che conduce onestamente il proprio lavoro ma uno con manie di protagonismo,certo.

Anonimo ha detto...

IO SPERO TANTO CHE L'EUROPA PRENDA A CALCI IN CULO L'ITALIA ED I SUOI POLITICI.
SE ASCOLTATE I TG ESTERI PER I NOSTRI POLITICI LA NOSTRA " EX PATRIA " E' CONSIDERATA UNA BISCA DI LADRI E MAFIOSI, UNA SORTA DI COLONIA PENALE CON A CAPO I PEGGIORI LADRI IN CIRCOLAZIONE.
QUESTO E' DOVE SIAMO ARRIVATI.
SE CI SONO PERSONE PER BENE IN ITALIA , ESSI VENGONO TRASFERITI.

Anonimo ha detto...

COME MAI L'AEREO DI STATO E' FERMO DAL GIORNO DOPO IL GRAN PREMIO DI MONZA?

Anonimo ha detto...

l'aereo di stato non lo tocca + nessuno.

lo ha detto giorgio napolitano ai politici tutti, ma guardava Mastella.

Simon ha detto...

Fratelli d'Italia
l'Italia s'e' morta.....cosa dobbiamo recuperare?!avete idea di tutto quello che si dovrebbe fare per far rinascere questo ex-belpaese?!...e chi lo fara'?! Prodi?! colui che mastella tiene per le palline?! Berlusconi?! un imbonitore,truffatore,colluso,attorniato da collusi,un venditore di tappeti prestato alla politica?! a loro e' AFFIDATO questo paese?!...ok allora ripeto:L'Italia s'e' morta....pace all'anima sua e nostra....che gli abbiamo voluto bene, ma che non siamo mai riusciti a strappare dalle mani di questi INCAPACI!
DAL PARLAMENTO VIA TUTTI!....BUONI E BRUTTI!

Anonimo ha detto...

Siamo un paese di merda, ma veramente di merda, che più merda di così non si può. Ma non s'incazza mai nessuno in sta fogna di letame?

CImandaPicone ha detto...

obbiettivo oscuro del mastelaccio:

Aggiungere altri rovi al rogo che, divampando, ormai è INARRESTABILE!

NO JUSTICE NO PEACE

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

oggi ho deciso di fottermene altamente di tutto quello che succede nel Bel Paese che fu. Tanto sono all'estero da 10 anni e probabilmente ci moriró pure.
Politici indegni, mi fate schifo dal primo all'ultimo

Mauro ha detto...

Mafiella non si dimette!
Mafiella si attacca solo al carro vincente.
Tra poco il carro vincente cambierà e mafiella sarà sempre lì, di nuovo col piccoletto.
Con mezzi legali non ci libereremo mai di questo delinquente.

p.s.
Perchè ci sono commenti elimnati dall'amministratore? Censura anche qui?

Anonimo ha detto...

CENSURIAMO ANCHE QUI?????

XCHE CI SONO COMMENTI CENSURATI?


SI PREDICA BENE E SI RAZZOLA DA CANI?
NESSUN MESSAGGIO VA CANCELLATO.

marcolucidi ha detto...

MOLTIPLICATE QUESTO POST!

per un segno di tutti gli italiani
a favore di De Magistris

FACCIAMO CROLLARE L'AUDITEL
DEL TG1 AD OLTRANZA!!!

questogovernoèunoschifo ha detto...

Non ditemi che in Italia c'è ancora qualcuno che pensi con la propria testa e guardi il TG1...!

Impossibile.

Per il Mastelloide invece.... abbiamo potuto ammirare tutti la sua vistosa sciarpona viola (sarà stato un messaggio per qualcuno??) a decorazione della sua facciona da culo soddisfatta. Ha la FIDUCIA di Prodi. Siccome mi risulta che anche il sig. Prodi, se fosse stato una persona seria, avrebbe dovuto dimettersi in quanto INDAGATO pure lui da De Magistris, posso solo dire...SIAMO A POSTO!

Che paese alla frutta......! Mastella+Prodi A CASA IMMEDIATAMENTE! E tutti gli altri a seguire come in un dòmino....

questogovernofaschifo ha detto...

Il Paese, intanto, è bloccato. Il Senato è immobile. Una paralisi totale. Oggi il Senato doveva iniziare il voto sulla finanziaria, ma alcuni senatori Ministri erano impegnati nel Consiglio dei Ministri e, così, la maggioranza faceva l'opposizione: ostruzionismo per prendere tempo, in attesa dell'arrivo dei suoi senatori.

E proprio quel Consiglio dei Ministri ha formalmente chiuso il caso Mastella - Di Pietro con le parole di Romano Prodi. Il premier ha ribadito "la piena fiducia a Clemente Mastella e alle politiche del governo sulla giustizia, politiche che sono sempre state approvate e votate all'unanimità dal consiglio dei ministri".
Parole precise e pesanti. La fiducia al Ministro Mastella è "piena", e totale è la fiducia alle politiche sulla giustizia. Politiche che, e qui il riferimento a Di Pietro è impietoso, sono state approvate e votate da tutti. E' uno schiaffo a Di Pietro. Il quale passa per un farabutto, uno che in televisione attacca le decisioni di Mastella, salvo poi votarle in Consiglio dei Ministri o in Aula.

La vittoria di Mastella è totale. Su tutti i fronti. La sconfitta di Di Pietro è altrettanto chiara. E come se non bastasse Mastella, durante il CdM, si è rivolto così a Di Pietro: "Con te non voglio avere nulla a che fare". Il leader dell'Italia dei Valori voleva replicare, ma Prodi non glielo ha permesso. Stai zitto, Tonino.

da` ha detto...

se si dimette, lo fa solo per far cadere il governo, far vincere berlusconi e ritrovare un posto da ministro :)

Diadorim Riobaldo ha detto...

Caro anonimo, perdonami se censuro degli idioti che pubblicizzano nel nostro blog dei siti pornografici o che si esprimono solo con insulti pesanti.

Anonimo ha detto...

Diadorim Riobaldo

allora ha ragione mastella a censurare dei post offensivi.

comunque non era una pubblicità di un sito porno ma bensi una battuta, ma vedo che non l'hai capita.
continua a offendere mastella, è quel che ti rimane nella tua squallida vita.
Saluti bamboccio...

Anonimo ha detto...

Peccato. Ci avevo fatto la bocca!

CMQ: Mastella dimettiti sei un porco!

Anonimo ha detto...

Ecco... adesso odio anche questo governo e odio anche Di Pietro che non ha mandato tutto alle gambe all'aria. IL centrosinistra è ostaggio del ceppalonide; lo fosse di Rifondazione o del PdCI lo capirei... almeno sono portatori di idee e di istanze di solidarietà e di giustizia sociale, anche se oltranziste. Ma che Prodi, D'Alema. Amato, Fassino siano ostaggi dell'amico di Della Valle proprio no !!!!!!!!!!! Meglio ridare il paese a SB che essere soggetti al ricatto del Ceppalonide. Dio salvi l'Italia dai Mastella e da coloro che gli danno fiducia
F.to Uno di Sinistra

Anonimo ha detto...

MASTELLA... FUORI DALLE PALLE... L' UNICA COSA CHE FAI E' FARE LA VITTIMA... SEMPRE LI A GIUSTIFICARTI E A MINACCIARE.. E POI SE UN CITTADINO ESPRIME IL SUO PENSIERO TU CENSURI .... MA VAI A CASA KE E' MEGLIO .. MA CHE HAI PAURA CHE SALTINO FUORI LE TUE PORCATE??? GRANDE DE MAGISTRIS!!! TUTTO SALTA FUORI PRIMA O POI.. E TU ANDRAI VIA DA QUELLA POLTRONA E CI LASCERAI LE PALLE IN PACE..

Anonimo ha detto...

L'unica soluzione è la RIVOLUZIONE!!!

Firmato:

un povero italiano stanco di essere preso per il c... da questo str.... che oltre a non far nulla per noi, rubano per se stessi e in più si aumentano lo stipendio (tutti d'accordo, che strano). Ma Vaffanculo ladri!!!!

Anonimo ha detto...

solo una cosa..

PEOPLE HAVE THE POWER!

Fabio ha detto...

mastella GO HOME
prodi GO HOME

m.t. ha detto...

Mastella sei la vergogna dell'Italia! Hai fatto trasferire De Magistris a Roma! Alla fine ce l'hai fatta.
Brutto farabutto FACCIA di M....A! L'hai messa nel culo a tutti gli italiani onesti per l'ennesima volta!!

Spero che qualcuno (lassù) provveda ad una punizione (divina) adeguata alla tua meschinità e incompetenza...

MALEDETTO CORROTTO! TU E TUTTA LA CASTA!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !
eXTReMe Tracker