giovedì 15 maggio 2008

Lo zerbino (ovvero come spiegare a mia nonna il caso Travaglio - Fazio)


Per chi se lo fosse perso riproponiamo il passaggio nel quale Fabio Fazio, all'indomani della puntata di "Che tempo che fa" con ospite Marco Travaglio, chiede scusa ai telespettatori per l'accaduto. E così la galleria dell'ignominia si arricchisce di un altro pezzo d'autore. Quello che fa più rabbia in tutta la faccenda è dato dall'atteggiamento di Fazio che, non contento di leggere la lettera impostagli dal suo capo, si spertica nel più classico eccesso di zelo e ci mette del suo. Certo, nessuno pretende che il "Don Abbondino" di Rai Tre si trasformi improvvisamente in eroe o in martire, in fondo un contratto con la Rai fa sempre comodo, soprattutto di questi tempi. Però certo che fa specie vederlo così sottomesso, così prono, praticamente fantozziano. Evidentemente i due anni in cui lo hanno epurato insieme allo stesso Travaglio e Biagi sono serviti. Serviti a rimetterlo in riga. A stringergli il guinzaglio. Ed ora il buon Fabio è diventato un perfetto cane da riporto. Speriamo che da oggi in poi abbia almeno la decenza di smettere di citare Enzo Biagi e di dichiarare di esserne ammiratore.

Ed ora un paio di nostre riflessioni. Sul caso Travaglio si sono dette molte cose, cerchiamo di puntualizzare alla nostra maniera.

1) "Travaglio può riportare i fatti ma deve astenersi dal commentarli altrimenti confonde i fatti stessi con giudizi di merito." Che cosa? Ma stiamo scherzando? Ma da quando in qua un giornalista non può commentare i fatti? Ma in che diavolo di mondo viviamo? I giornalisti, soprattutto quelli della carta stampata, vanno letti SOPRATTUTTO PER I COMMENTI E LE OPINIONI CHE ESPRIMONO. Altrimenti che senso avrebbe pubblicare gli editoriali? Che senso avrebbe pubblicare pagine di analisi politica, lettere dei lettori, eccetera?
Se non ci fossero i commenti i giornali non sarebbero altro che una sfilza di agenzie di stampa, sai che bello! Signori, la possibilità di esprimere le proprie opinioni è l'essenza della stampa libera. Usciamo dal corto circuito che ci vogliono imporre!

2) "Travaglio spara accuse senza la presenza di un contraddittorio." Diciamo subito che non è Travaglio che evita il contraddittorio ma sono i politici che evitano Travaglio, anche perché ogni volta che se lo trovano davanti fanno delle figure barbine, tentano di confondere il giornalista piemontese parlandogli addosso o, loro sì, lo insultano (vedi Sgarbi) e non sanno mai come barcamenarsi davanti ai fatti documentati ed incontrovertibili che Marco espone. Ma poi cosa si intende con contraddittorio? Il contraddittorio è giusto quando si ha a che fare con tribune politiche o con opinioni politiche e personali appunto. Ma se io vado in una trasmissione e dico che uno più uno fa due, mi spiegate quale dovrebbe essere il mio contraltare? Uno che mi dice che uno più uno fa tre? Perché è questo che accade con Travaglio: lui ricorda con carte, intercettazioni telefoniche e sentenze alla mano che Andreotti è stato prescritto e non assolto dall'accusa di aver avuto rapporti con mafiosi, che Berlusconi ha comprato la Mondadori grazie ad un'acclarata corruzione di giudici, che Fassino e D'Alema hanno avuto rapporti molto stretti con i furbetti del quartierino, eccetera. Questi sono fatti, non opinioni. Che contraddittorio vuoi imbastire contro i FATTI ? L'unico è quello in stile Sgarbi fatto, di urla, strepiti, volgarità e sceneggiate alla napoletana. Il contraddittorio per questi signori non è altro che il diritto di imbastire una cortina fumogena che offuschi la realtà dei fatti.

3) "Però è vero che Travaglio ha insultato Schifani, lo ha chiamato lombrico." A parte che è stato detto in forma di battuta, in un contesto di una conversazione a due in una trasmissione di intrattenimento, tanto che lo stesso pubblico ha riso alle parole di Travaglio e nessuno, al momento, sembra essere saltato sulla sedia (a parte Fazio che già sudava copiosamente freddo). Ma va bene, Schifani si risente? E allora denunci Travaglio, punto. E poi Schifani ha mai visto le trasmissioni televisive estere? Altro che lombrico, sapesse Schifani quante gliene dicono ai politici nelle trasmissioni televisive delle VERE democrazie occidentali. Ma poi che c'entra tutto questo con i fatti? Il presunto insulto di Travaglio per caso cancella il passato di Schifani? Adesso perché è stato definito lombrico vuol dire che tutte le sue passate frequentazioni e rapporti professionali con mafiosi non sono mai esistiti? Ma per favore, smettiamola di guardare il dito e guardiamo la luna! E basta anche con questa storia che se uno raggiunge un'alta carica dello Stato improvvisamente diventa immacolato. Noi vorremmo un paese nel quale per accedere alle alte cariche dello Stato sia necessario avere un vissuto personale irreprensibile e non vedere gente che spera di ripulirsi grazie ad una scrivania di prestigio ed al tricolore piazzato alle proprie spalle.

Per finire vi invitiamo a vedere questo ottimo editoriale di Aldo Grasso e annunciamo il nostro appoggio alla campagna di informazione promossa da Grillo ed intitolata "Fede ci costa 350.000 euro al giorno", scandalosa vicenda della quale ci eravamo occupati in questo post.


8 commenti:

Anonimo ha detto...

Una sola, breve, semplice parola mi sovviene dopo la visione di questo filmato, che ancora mi mancava; una parola che vale per la situazione in cui viviamo, il fatto in questione, il personaggino del filmato e quelli che si sono indignati: merda.

Third Eye ha detto...

Avevo letto che poi parzialmente Fazio ritrattava, ma qui si delira...

Prima lui si "dissocia", forse lapsus psicanalitico, da dei fatti, non è che dice che siano falsi (non penso possa)... Ora poi dice che lo fa anche per il rispetto all'istituzione...

Bel modo di pensare mutuato dall'uso clericale: "lui sta in alto, gli devo rispetto a prescindere anche ignorando gli errori che ha commesso come uomo"... A me parrebbe che semmai ponderando quale sia la sua carica, si dovrebbe prestare ancora maggiore attenzione a quante ne spara (questa non so se volete metterla aggiornando i punti per spiegarlo all'ideale nonnetta che spesso ha anche 20 anni)...

Perché non si scusa con il pubblico di offrire contenuti scadenti, di trattarli come deficienti a cui ripete le stesse cose già in meno di 2 mins e di aver celato che lui sta lì solo per essersi lecchinato Craxi?

Anonimo ha detto...

http://popolodellaliberta2008.blogspot.com/

empietà ha detto...

certo che Fazio è proprio un'anguilla !Sta a galla da più di venti anni...un motivo ci sarà ...che schif(ani)o.
Se Travaglio viene attaccato per aver detto la verità siamo tornati al berlusconismo ed all'editto bulgaro.
Ma quando la smetteranno gli italiani di fare come Tafazzi?

Third Eye ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=UYUhRNK0wAQ <=ma questo Travaglio che difende Fazio come lo vedete?

A parte le lacune in biologia, vabbè...

Diadorim Riobaldo ha detto...

A parte le lacune in biologia che perdoniamo al buon Marco... lo sai che non so che dirti? A me di Fazio ha fatto rabbia non tanto il fatto che abbia letto il comunicato impostogli, ma più che altro che ci abbia messo del suo. Insomma, io ci ho visto un eccesso di zelo. Sul fatto poi che non si possa pretendere che uno sia un eroe posso anche essere d'accordo, però certo non è che perderebbe il posto uno che prende 800 euro al mese... Potrebbe anche rimanere fermo un paio d'annetti e non macchiarsi la reputazione. In ogni caso se fossi Travaglio d'ora in poi non andrei mai più ospite da Fazio, proprio per evitare di fargli fare queste evidenti figure di cacca.

Third Eye ha detto...

Fermo restando che finché continua a far bene il suo lavoro per me Travaglio può avere le opinioni personali che crede su quel che gli pare (non sono come altri fanatici che lo borchiano solo perché si dichiara liberista o altro, ci mancherebbe), mi spiace un po' avere la percezione che ormai parte del mondo dello spettacolo se lo sia "ciucciato" dentro...

Luttazzi che avrebbe detto di Fazio al posto suo?

Che i due si detestino da tempo è noto, ma l'antipatia di Luttazzi non penso sia nata da chissà che intransigenza, quando dal non sopportare la mancanza di capacità (altro che migliore tra i conduttori... oddio, forse di quelli superstiti) che Fazio ha sempre supplito con raro leccaculismo...

E Luttazzi infatti in TV non lavora più, c'è di che pensare...

E infine, come ricordi, guardiamoci in faccia: Fazio non è uno che si spacca il culo a stipendio da fame per mantenere la madre malata, se volesse dare un valore alla sua dignità, potrebbe almeno provare ad opporsi: tutto da dimostrare che lo caccerebbero al volo, specie ora, tutto da dimostrare che chi lavora con lui non finirebbe riassorbito in altri programmi... Non penso infatti che la RAI licenzi e riassuma altri come cambia palinsesto, eh...

Mah, che apologia sprecata :(...

Marco ha detto...

Però c'era da aspettarsi che Travaglio dicesse queste cose...non è una novità.

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !
eXTReMe Tracker