sabato 30 agosto 2008

La famiglia Mastella è cassata!


Poiché siamo stati rimproverati per non essere stati sulla notizia e visto che gli accessi al blog stanno aumentando attraverso la ricerca su google dei termini Mastella Cassazione ed altri simili, torniamo al parlare del nostro originario odio-amore: la Mastella family.

In sostanza la Cassazione ha respinto un ricorso della "last lady" di Ceppaloni che aveva lo scopo di ottenere un risarcimento danni e di annullare l'ordinanza del Gip di Napoli, ordinanza che aveva portato agli arresti domiciliari della dolce metà di Clem Clem.

Il tutto è egregiamente spiegato in questo articolo di Travaglio.

Qui invece trovate la sentenza della Cassazione.

Ed ora lasciateci fare questa miserabile, ignobile e meschina precisazione:
lo slogan (con tanto di foto presa da internet) "Hasta la Poltrona Siempre" è stato inventato da questo blog, è stato in seguito ripreso da Grillo e diffuso in tutta la rete.

E che cacchio !

6 commenti:

tommi ha detto...

la precisazione è d'obbligo.
e clem clem se non porta voti almeno porta contatti.
vi aspetto,
tommi

the postman ha detto...

che lìinferno se li inghiotta e non li rigurgiti mai più. mi viene il volmito solo a vedere la foto, non ho coraggio di leggere il resto, ci tengo al mio pranzo domenicale.
e che cacchio.

nespolina ha detto...

sì in effetti ho letto il titolo del blog e ho deciso di dare un'occhiata!!! ;-)

Edric Ant ha detto...

Finalmente siete tornati ad attaccare la vostra musa ispiratrice!

Third Eye ha detto...

Ma ci sono poi precedenti di gente inquisita con così tante prove a carico che ha ottenuto un qualche risarcimento per negligenze o colpe dei giudici, oppure Miss Ceppa-alone ha smosso solo le acque del vittimismo facile?

Anonimo ha detto...

Diadorim sei sempre un grande!

Luca da PG

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

IL PRIMO PARTITO DELLA STORIA CHE SUONA COME UN RUTTO: UDEUR !!!

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !

ATTENZIONE: SOGGETTO PERICOLOSO !
eXTReMe Tracker